La corsa dell’Italia U18 termina ai quarti, sconfitti dalla Grecia nonostante un grande Mussini

Home
flaccadori-e-mussini-nazionale-under-18-foto-facebook-fip-800x532
Diego Flaccadori e Federico Mussini (fip.it)

Dopo aver perso l’ultima partita contro la Croazia ed essere approdata ai quarti dell’Europeo U18 come seconda del proprio girone, l’Italia di coach Capobianco si è dovuta arrendere alla Grecia, più preparata ad una sfida di questo calibro. Il punteggio finale, un po’ bugiardo, vede gli ellenici trionfare 85-68 grazie soprattutto alla stazza sotto canestro (42 a 30 la lotta a rimbalzo).

Cinque giocatori greci terminano il match in doppia cifra, con una prima metà di gara dominata che però termina con sole sei lunghezze di svantaggio per gli azzurri (39-33). Nel terzo quarto si ha la reazione della truppa di Capobianco, guidata dal solito Federico Mussini. Il giovane talento della Pallacanestro Reggiana segna 20 dei suoi 24 punti nel secondo tempo e riporta sotto i suoi fino a raggiungere la parità nel quarto quarto (59-59) con Andrea Picarelli. Da qui in poi è però un monologo greco, o tragedia greca per noi, giusto per rimanere in tema teatrale: Georgios Papagiannis, 215 centimetri e classe 1997, domina gli ultimi minuti sovrastando i lunghi italiani con tre schiacciate consecutive (72-63). Vasileios Charalampopoulos chiude con una tripla il parziale finale di 13-1 in favore della Grecia, confermandosi miglior giocatore della formazione ellenica con 20 punti e 13 rimbalzi, che vanno affiancati ai 16 di Dimitrios Stamatis e ai 14 con 8 rimbalzi di Papagiannis. Altra brutta partita al tiro per Diego Flaccadori, che segna 11 punti con solo 5/16 dal campo, mentre per Luca Severini ce ne sono 10.

  •  
  •  
  •  

1 thought on “La corsa dell’Italia U18 termina ai quarti, sconfitti dalla Grecia nonostante un grande Mussini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.