La cura Leka continua a funzionare. Ferrara sbanca Forlì e vola a quattro vittorie di fila

Home Serie A2 Recap

Unieuro Forlì – Bondi Ferrara 68-71

(21-16; 18-17; 16-15; 13-23)

All’Unieuro Arena dopo Ravenna (e la trasferta a Piacenza) è il turno di un altro derby: a sfidarsi i padroni di casa reduci da due vittorie di fila e la compagine estense, che rispetto all’andata ha cambiato guida in panchina (Leka per Bonacina) e sul campo (Campbell per Hall) e arriva a Forlì con tre vittorie alle spalle. Sorpresa nelle formazioni, nelle fila dei romagnoli rientra De Laurentiis dopo lo stop a Porto San Giorgio, ma non figura Donzelli tra i disponibili per il match.

Pronti via ed è Forlì che cerca la fuga con Kenny Lawson assoluto protagonista: 11 punti in poco più di otto minuti, spalleggiato dal solito e solido Marini. Il secondo quarto sembra mettere in discesa le cose per la compagine romagnola che chiude l’aria e produce punti dal pick&roll Giachetti-DiLiegro, ma è tutto un fuoco di paglia, perché gli uomini di Leka si affidano al gioco corale e a un Campbell ben spalleggiato da Panni. All0intervallo si va sul 39-33.

Alla ripresa dell’incontro Ferrara sembra più decisa e complice un Unieuro che per i primi 5 minuti produce solo 7 punti, si rifà sotto fino a arrivare al primo vantaggio con Swann (44-45), Forlì è abile con Marini e Lawson a rimanere in scia e provare il nuovo allungo, ma la partita si accende con alcuni episodi. A poco più di due minuti dalla fine un coast to coast di Campbell produce il quarto fallo di Bonacini e scatena le ire del Palafiera. Subito dopo sono Leka e Shawnn a diventare protagonisti loro malgrado vedendosi fischiati due tecnici per proteste e flopping. Forlì non dà la spallata decisiva perchè Giachetti fallisce la missione ai liberi, ma inizia l’ultimo periodo avanti di 7 (55-48).

Succede di tutto nel terzo quarto, dopo una grande rubata di Jonhnson a siglare il +9 Forlì sembra uscire dal match e dà la possibilità agli avversari, guidati da egregiamente da Swann che finalizza e Fantoni che innervosisce un pò troppo DiLiegro, di ritornare in parità e distanziare di quattro lunghezze Forlì. Marini e DiLiegro sono gli ultimi a mollare, ma l’italiano deve alzare bandiera bianca a 2 minuti e 30 dalla fine per problemi fisici. A questo infortunio vanno sommate le uscite per 5 falli dei due play Giachetti e Bonacini con Forlì che tenta invano il recupero con due esterni (Johnson e Tremolada) e tre lunghi (De Laurentiis, DiLiegro e Lawson). Finisce 68-71

 

Forlì: DiLiegro 10 pt+12 rimbalzi; Lawson 19 pt+11 rimbalzi; Marini 17

Ferrara: Swann 25 pt+ 10 rimbalzi; Campbell 17;  Panni 10 pt + 9 rimb

Statistiche complete

 

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.