La Dinamo crolla nel finale: il tiro di Hayden inguaia Sassari, vince Nymburk

Coppe Europee Champions League Home

ERA NYMBURK 90-89 DINAMO SASSARI

(25-21; 15-29; 24-20; 26-19)

 

Sconfitta che fa malissimo alla Dinamo Sassari. I sardi controllano la gara a partire dal secondo quarto, ma non sono mai in grado di chiuderla, perdendo troppe occasioni nel corso dell’ultima frazione. Sassari ora dovrà essere perfetta nella gara contro il Bamberg, per poi giocarsi le sue carte al ritorno.

Sassari cerca di prendere subito il controllo della partita, e con Gentile trova il 5-9 dopo pochi minuti. I padroni di casa reagiscono, e con due triple consecutive rimettono la testa avanti sull’11-9. Entra quindi in partita Retin Obasohan, ex Avellino, che cerca subito di fare la voce grossa a livello atletico. Nymburk tocca quindi il +4, ma la Dinamo risponde con un contro-parziale chiuso dalla tripla di Kruslin del 18-21. Sassari però si ferma, i cechi no: un primo quarto ad alto livello offensivo termina 25-21.
Nymburk tocca il +6 (27-21) con Prewitt. La Dinamo cerca di tornare a contatto con Gentile e Happ, ma i padroni di casa riescono inizialmente a rimanere a distanza. Le resistenze ceche tuttavia crollano sotto i colpi di una Sassari che ha trovato fiducia offensiva: l’asse Burnell-Kruslin porta gli uomini di Pozzecco sul +5 (31-36). Qualche azione dopo, Bilan sancisce la doppia cifra di vantaggio (31-42), dalla quale il Nymburk non riesce più a rientrare nel corso del secondo quarto: si va all’intervallo lungo sul punteggio di 40-50.

Sassari inizia il terzo quarto cercando di consolidare il controllo sulla gara. Bilan e Happ, sotto canestro, costruiscono il +14 (42-56), che tuttavia sembra rilassare gli ospiti. Nymburk ne approfitta, e con un 7-0 di parziale riesce a tornare a -7 con un gioco da tre punti di Prewitt. Bilan e Burnell ricacciano gli avversari a distanza, ma i cechi tornano nuovamente alla carica, arrivando a -5 (57-62) con la tripla di Harding. Sassari prova a spegnere l’entusiasmo avversario tornando a +11, ma Dalton e Obasohan permettono a Nymburk di chiudere il primo quarto a -5 (65-70).
L’ultimo quarto comincia sull’onda del terzo. I padroni di casa arrivano a -4, ma Katic torna a far respirare i suoi con la tripla del nuovo +8 (68-76). La Dinamo però si ferma di nuovo, e non riesce a costruire l’allungo decisivo: a 3 minuti dalla fine, Nymburk è ancora lì, pericolosamente a -2 (79-81). Sassari torna a +7 a 2 minuti dalla fine con Kruslin, ma da quel momento torna il vuoto, questa volta fatale. Prewitt da oltre l’arco, persa di Spissu, schiacciata di Obasohan e Nymburk è nuovamente a -2. Bilan riporta il +4, la tripla di Palyza firma l’88-89. Gentile ha l’occasione di chiudere la gara, ma Sassari fallisce l’occasione. A 3 secondi dalla fine, Nymburk ha la possibilità di rimettere da fondo campo: un errore difensivo libera Hayden al tiro, che con il canestro del 90-89 chiude la gara.

ERA NYMBURK: Harding 28, Prewitt 17, Dalton 8.

DINAMO SASSARI: Gentile 18, Burnell e Bilan 17.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.