La Dinamo perde anche a Utena e rimane all’ultimo posto in classifica

Coppe Europee Champions League

Juventus Utena-Dinamo Banco di Sardegna Sassari 90-85

(19-20; 27-20; 24-23; 8-15; 12-7)

Continua il momento nero della Dinamo Sassari, che dopo la vittoria contro l’Olimpia Milano è incappata in tre sconfitte consecutive tra campionato e Coppa. Con questa sconfitta subita in terra lituana dalla Juventus Utena i sassaresi scivolano all’ultimo posto in classifica in coabitazione con l’Hapoel Holon del grande ex Joe Alexander, prossimo avversario dei sassaresi.

La Juventus, nei primi minuti di gioco perde per infortunio Samenas, ma riesce comunque a creare un mini parziale e al 2′ è avanti 6-2. Sassari reagisce e con i canestri di Bamforth e Polonara trova il primo vantaggio del match: 10-11. La tripla di Buterlevicius vale il nuovo +2 Juventus, ma le due squadre si spengono in fase offensiva e per quasi 2′ il punteggio rimane sul 13-11 in favore dei lituani. Siksnius e Polonara interrompono il lungo digiuno e il quarto scivola via senza nessuna particolare emozione che termina con Sassari avanti di 1: 19-20.

Il secondo periodo si apre con un parziale di 6-0 grazie a uno scatenato Dendy costringendo coach Pasquini a chiamare timeout. La Dinamo, però riesce ancora una volta a tornare in partita e grazie ai canestri di Hatcher e Tavernari impatta a quota 28. Gli ospiti continuano ad avere però grosse difficoltà in difesa e Dendy e compagni segnano con grande facilità andando così al riposo lungo avanti 46-40.

Siksnius in apertura di secondo quarto regala alla Juventus il +8, ma Sassari trascinata dal solito Bamforth rimane aggrappata al match: 52-49 a 6’49” dall’ultimo intervallo. Utena vuole vendicare la beffarda sconfitta subita la settimana scorsa contro l’Hapoel Holon e grazie al duo Dendy-Bickauskis riesce a trovare la doppia cifra di vantaggio: 68-58. Bamforth e Devecchi sbloccano l’attacco sassarese e la Dinamo chiude il terzo quarto sotto di 7 punti: 70-63.

Sassari apre il quarto periodo con un’ottima difesa e con un parziale di 12-0 con Polonara e Bamforth sugli scudi che sembra mettere il match nelle mani degli ospiti (70-75 al 34′). La Dinamo, dimostra ancora una volta di essere una squadra dal doppio volto e incredibilmente si spegne sia offensivamente che difensivamente e subisce la rimonta della Juventus (75-75 a 3’09”). Bamforth regala a Sassari il 75-78, ma poi l’ex Bilbao perde una sanguinosa palla e si becca anche un fallo antisportivo. Dendy, però, colpisce con un calcio lo stesso Bamforth e viene punito anche lui con lo stesso tipo di fallo e si rimane così con Utena che ha un semplice possesso palla. Sugli sviluppi della stessa azione, Dendy realizza la tripla della parità a quota 78. Sia Sassari che Juventus sprecano l’azione successiva e si vola così al supplementare.

All’overtime le due squadre continuano a sbagliare tante scelte offensive e a 1’30” il punteggio è ancora in perfetta parità: 82-82. Ireland si dimostra il grande protagonista del supplementare e complici numerose ingenuità dei sassaresi a 14″ dalla fine Utena è avanti 87-83. Spissu dalla lunetta regala il -2 alla Dinamo, Ireland sempre dalla linea della carità fa 1/2, ma Sassari perde palla e la Juventus può festeggiare la seconda vittoria nella competizione. Utena batte Sassari 90-85.

Juventus Utena: Bickauskis 11, Ireland 20, Paliunekas NE, Siksnius 4, Samenas 0, Guscikas 10, Lindbom NE, Korniienko 6, Buterlevicius 5, Dendy 22, Flowers 4, Kupsas 8

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Spissu 7, Gallizzi NE, Bamforth 22, Planinic 10, Devecchi 6, Randolph 6, Pierre 5, Hatcher 12, Polonara 14 (+11 r), Picarelli NE, Tavernari 3

1 thoughts on “La Dinamo perde anche a Utena e rimane all’ultimo posto in classifica

  1. A questo punto mi chiedo la logica di fondare una squadra satellite (Cagliari Dinamo Academy) se nemmeno la prima società viene gestita in modo ottimale. Paracadute per un facile titolo di A2 in caso di disastro finanziario?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.