La Dinamo Sassari non riesce a chiuderla in tempo. All’overtime è trionfo Darussafaka.

Coppe Europee Eurolega Home

Darussafaka Dogus Istanbul – Dinamo Banco di Sardegna Sassari
(15 – 19; 32 – 31; 46 – 50; 66 – 66; OT )

Emir Preldzic, MVP della gara (sporhastasi.com)
Emir Preldzic, MVP della gara (sporhastasi.com)

Sassari inizia però bene la gara con Varnado e Logan che portano in vantaggio gli ospiti dopo i primi punti turchi. I sardi approfittano del momento e, dopo un mini-recupero del Darussafaka, si portano sul +7 dopo un parziale di 6-0. I padroni di casa cercano di rimettersi in gara, ma è Sassari che magistralmente tiene in equilibrio la gara, tenendosi sempre sui due possessi di vantaggio. Devecchi porta Sassari sul +8 massimo vantaggio con la tripla, ma è Harangody il protagonista degli ultimi minuti, con 5 punti che chiudono il quarto 15 – 19. Ripresa che inizia con il botto per gli ospiti, con Sassari che trova un’importante allungo di 11 grazie ai punti di Stipcevic e dei due italiani Devecchi e D’Ercole, per il parziale 16 – 27. Ma ecco che, nel momento migliore dei sardi, si materializza la rimonta turca con Erden, Preldzic e Arslan che portano i turchi sul 27 pari, con un 11-0 che costringe coach Sacchetti al timeout e a un cambiamento alla difesa a zona per evitare ulteriori problemi. Nei restanti 3 minuti le squadre si equilibrano senza allunghi degni di nota, ma Sassari, a cause di alcune palle perse e dei punti importanti di Bjelica, non mantiene il vantaggio. L’ultimo possesso non viene concretizzato dalla Dinamo, e il risultato si blocca sul 32 – 31 per il Darussafaka.

Rok Stipcevic, tra i migliori
Rok Stipcevic, tra i migliori dei suoi

La gara ricomincia in maniera molto equilibrata, con entrambe le squadre che cercano il vantaggio in una gara apertissima. I turchi provano a trovare l’allungo decisivo con Slaughter e Bjelica, ma la Dinamo insegue dietro con Varnado e Petway. Una magia di Eyenga e i punti di Stipcevic ed Alexander, insieme alla poca precisione dei padron di casa, portano Sassari davanti sul + 5 con un parziale di 6-0. I minuti finali sanciscono il vantaggio sassarese sul 46 – 50. La quarta frazione di gara non può che essere punto a punto, con le guardie protagoniste per entrambe le squadre: Sassari, con i punti di Haynes e Stipcevic, non riescono ad allungare per la vittoria sui turchi, trascinati da un Gordon quasi in “zona Logan”. Nel momento più frenetico della gara, la tripla di Haynes sembra puro ossigeno per gli ospiti, sopra di 5 a un minuto dalla fine, ma i turchi non sembrano mollare e, con la tripla del solito Bjelica, pareggiano sul 66 pari. La Dinamo perde una palla che può essere letale, ma Bjelica non ne approfitta, fissando la gara sul 66 – 66. È overtime a Istanbul.

L’overtime inizia al meglio per i padroni di casa, avanti con un mini parziale di 4-0. I sardi cercano di rimanere in partita con Haynes, ma il layup di Gordon e la giocata da 2+1 di Redding portano il Darussafaka sopra di tre lunghezze piene, con la Dinamo poco precisa dai 6.75 e i turchi sopra di 10. L’1/2 dai liberi di Bjelica chiude la gara sull’83 – 74. Esordio amaro quindi per la Dinamo Sassari, che dovrà sbagliare ben poco nelle prossime gare se vuole arrivare alle Top 16.

Darussafaka Dogus Istanbul: Redding 12, Turen NE, Erden 3, Cetin 3, Ozdemiroglu NE, Savas 6, Gordon 12, Arslan 7, Slaughter 10, Harangody 8, Bjelica 15, Preldzic 7.

Rimbalzi: 53 (12 Erden); Assist: 18 (8 Preldzic)

T2 23/50; T3 7/27; TL 16/27

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Haynes 12, Petway 4, Logan 7, Formenti NE, Devecchi 6, Alexander 11, D’Ercole 3, Marconato NE, Sacchetti NE, Stipcevic 14, Eyenga 8, Varnado 9.

Rimbalzi: 31 (8 Alexander); Assist: 9 (3 Stipcevic)

T2 19/38; T3 8/30; TL 12/13

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.