La Dolomiti Energia travolge Bologna e conquista il fattore campo per i play-off

Home Serie A Recap
Serata super di Tony Mitchell
Serata super di Tony Mitchell

Dolomiti Energia Trento – Virtus Granarolo Bologna 96-81

(27-14; 24-30; 25-18; 20-19 )

Ultima giornata di stagione regolare al PalaTrento: per i trentini, già appaiati con Sassari, una vittoria significava il fattore campo, la squadra ospite si è battuta invece per salire al settimo posto ed evitare così Milano al primo turno. Sfida anche tra i due migliori marcatori della stagione, Tony Mitchell (20.7) e Allan Ray (17.0). Non è sceso invece in campo l’ex di turno Filippo Baldi Rossi (cresciuto cesticamente alla Virtus) tenuto fuori da una distorsione alla caviglia.

Partono forti i padroni di casa, trovando punti soprattutto nel pitturato; al posto dell’infortunato Baldi Rossi trova spazio in quintetto lo statunitense Armwood. La squadra di Giorgio Valli invece perde troppi palloni, favorendo i rapidi contropiedi della Dolomiti Energia. Il divario dopo 7 minuti di gioco è già importante: 19 a 7 in favore degli ospiti, quindi +12 Trento. Coll’andare dei minuti il copione non cambia, una Virtus condannata dalle perse e dai falli non riesce a sbloccarsi, mentre i padroni di casa, sostenuti dal pubblico, trovano il canestro con continuità. Una tripla di Hazell a fine primo quarto riaggiusta il gap, che si era paurosamente allargato. Il primo quarto finisce 27 a 14. A inizio secondo quarto si accende Hazell, che con la complicità di Allan Ray firma un parziale di 10 a 0 portando la squadra ospite al -6 (27 a 21) e costringendo coach Buscaglia al time-out. Tra le fila dei trentini alza la voce Tony Mitchell, fresco di MVP, che segna la tripla del +9 (32 a 23). i. La squadra di casa mantiene comunque ampiamente il controllo, ed una schiacciata di un ottimo Pascolo la porta a 41 a 33. La Granarolo non è però mai doma ed una schiacciata di Mazzola la porta addirittura a -3 (47 a 44). È però la guardia trentina Sanders a riallungare le lunghezze, riportando i suoi a +7: le squadre vanno negli spogliatoi col punteggio di 51 a 44.

Nella ripresa Bologna rimane col fiato sospeso: una forte collisione tra Reddic e Gaddy costringe entrambi a lasciare il campo. Da quel momento in poi le squadre si rispondono punto per punto: Trento si mantiene sempre in vantaggio con le giocate di Mitchell ma Bologna non si arrende mai. Il miglior marcatore della stagione raggiunge nel 3o quarto i 20 punti, mentre dall’altra parte raggiunge la doppia cifra anche Mazzola. Un tiro in area di Armwood sigla addirittura il +14 (76 a 62) che firma la fine del terzo quarto.Nell’ultimo quarto di partita è ancora Armwood a mettersi in mostra, raggiungendo la doppia cifra. La sua schiacciata del +15 (80 a 65) costringe coach Valli al time-out. Per Bologna è serata no, e la squadra si affida soprattutto al talento di Hazell e Ray che segnano molto, nonostante le basse percentuali dall’arco. L’ennesima schiacciata di Mitchell sigla addirittura il +20 (89-69) per la Dolomiti Energia. La partita si conclude 96 a 81 in favore dei padroni di casa.

La Virtus con questa sconfitta finisce all’ottavo posto e sfiderà Milano al primo turno. Trento invece, nonostante la vittoria di Sassari, chiude comunque al 4o posto ed avrà il fattore campo per affrontare proprio la formazione sarda.

TRENTO: Mitchell 22, Pascolo 14, Flaccadori 9, Bellan 2, Spanghero 2, Owens 19, Armwood 12, Forray 10, Sanders 6, Baldi Rossi ne, Grant ne.

Rimbalzi: 41 (Mitchell 9)              Assist: 27 (Mitchell 8)

T2: 33/53            T3: 7/26          TL: 9/12

VIRTUS BOLOGNA: White 6, Cuccarolo, Gaddy 6, Imbrò 2, Fontecchio 4, Mazzola , Hazell 18, Ray 22, Reddic 2, Oxilia 5, Vercellino, Benetti .

Rimbalzi: 35 (White 7)          Assist: 14 (Ray 4)

T2: 27/41         T3: 4/24          TL: 15/17

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.