La Fortitudo Bologna è campione di A2, ko la Virtus Roma all’OT

Serie A2 Recap

LAVOROPIÙ BOLOGNA 103 – VIRTUS ROMA 100

(27-11; 14-27; 25-21; 16-23; 21-18)

Neanche questa volta bastano 40′ per decretare la squadra vincitrice. All’overtime però la spunta la Fortitudo , spinta dalla sua splendida cornice di pubblico. Grande prestazione di Hasbrouck che guida i suoi. Per Roma dominio assoluto di Sims nel pitturato.

Le triple di Hasbrouck e Delfino infiammano subito il PalaDozza a cui prova a rispondere un timido gioco in area di Sims. Rosselli però penetra troppo facilmente e le soluzioni dai 6,75 di Hasbrouck fanno fuggire i padroni di casa sul +17. Alibegovic e Santiangeli ossigenano Roma ma Mancinelli piazza il 27-11 del primo quarto. Baldasso dà nuova linfa ai suoi e, con Alibegovic e Sims, accorcia fino al -8. Fantinelli dice la sua, poi le triple di Rosselli e Hasbrouck ricacciano indietro gli ospiti. Moore scuote Roma, poi Alibegovic e Sims per lo 0-8 che li riporta a -6. Allo scadere Moore sigla da metà campo il 41-38 con cui si chiude il primo tempo.

Fonte: Ufficio Stampa Virtus Roma

La coppia Usa della Virtus porta i giallorossi a -1 ma Leunen e Rosselli respingono l’assalto. Mancinelli si carica i suoi sulle spalle rimettendo 12 lunghezze di distanza tra le due formazioni. Moore sblocca i suoi dall’arco ma risponde un Hasbrouck on fire. Nel pitturato è ancora sfida tra Mancinelli e Sims. Il terzo quarto termina 66-59. La Fortitudo riparte con Hasbrouck; Sims e Santiangeli lo fanno per la Virtus. Chessa dall’angolo è freddissimo e spara le due triple del nuovo -1 ma Leunen risponde con la stessa moneta. Anche Landi ed il solito Hasbrouck segnano da 3. Leunen sigla il pesantissimo +5 ma le triple di Sims e Moore valgono l’81-82 a 22’’ dal termine. Hasbrouck fa 1/2 e pareggia sull’82-82 ma nessuna delle due formazioni riesce a spuntarla. Come per l’andata, dopo 40’ è parità ma questa volta ci si gioca tutto all’overtime.

Sims e Santiangeli gelano il PalaDozza con 5 punti ma il gioco in area premia la Fortitudo che, affidandosi a Leunen e Mancinelli, piazza il 10-0 del +5. Alibegovic e Sims danno speranza ma Leunen è glaciale dall’arco. Anche Landi lo è e Roma torna a -1. I viaggi in lunetta tengono avanti la Fortitudo che, a pochi secondi dal termine, piazza il conclusivo 103-100 con cui si qualifica campione d’Italia della Serie A2.

TABELLINI:

LAVOROPIÙ BOLOGNA: Delfino 3, Cinciarini 8, Mancinelli 13, Franco n.e., Benevelli, Leunen 21, Prunotto n.e., Venuto 3, Rosselli 17, Fantinelli 3, Pini n.e., Hasbrouck 35

All. Martino

VIRTUS ROMA: Alibegovic 13, Lucarelli n.e., Chessa 6, Moore 18, Sandri 9, Baldasso 7, Landi 9, Prandin, Sims 31, Santiangeli 7

All. Bucchi

Clicca qui per le statistiche complete

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.