La Happy Casa Brindisi conquista l’agognata salvezza, Reggio Emilia si batte con orgoglio

Home Serie A Recap

HAPPY CASA BRINDISI – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 75-72
(22-17, 22-13, 16-24, 15-18)

Una partita dominata da Brindisi sino all’inizio del terzo quarto quando è sopra anche di 20 punti. Una reazione di orgoglio di Reggio Emilia mette in difficoltà i padroni di casa. La New Basket sembra aver perso le fila del match e vanifica un importante vantaggio. Rischia tantissimo Brindisi ma alla fine riesce a spuntarla portando a casa una vittoria importantissima che vale la certezza matematica di poter

Si parte ed i primi due minuti di gioco scorrono senza nessuna realizzazione dal campo; i 4 punti totali sinora (due per parte, ndr.) derivano, infatti, da tiri liberi. Sblocca il risultato Brindisi che trovando in Lydeka il suo ispiratore inizia a prendere le misure della gara. Si procede a ritmi sostenuti con continui avvicendamenti al comando e una risicata differenza. Nella seconda metà della frazione i padroni di casa tentano di iniziare ad allungare riuscendo a costruirsi il +6. Reggio Emilia, di contro, non si lascia pregare dall’arco e tenta il riavvicinamento. La Happy Casa allunga nuovamente e fa prima +7 e poi +9. Si chiude la prima frazione 21-17, a seguito di una ingenuità commessa dalla difesa pugliese che lascia agli ospiti la possibilità di punire nuovamente dalla lunga distanza. La New Basket approccia bene anche la seconda frazione, Mesicek infila due triple consecutive, chiude Suggs in schiacciata; siamo sul 36-19. Dall’altra parte però, la Grissin Bon ritira su la testa e ancora una volta dall’arco con De Vico inizia la manovra di riavvicinamento per non far fuggire i padroni di casa. Superata la metà del secondo quarto siamo sul 38-36. Gli ospiti recuperano punto su punto, ma per Brindisi è troppo importante questa vittoria e cerca di perdere lucidità; ai colpi di Reggio Emilia rispondono colpo su colpo. Importantissimo il rientro di Lydeka sul parquet che va a sostituire uno Iannuzzi non proprio in grande spolvero. Si va alla pausa lunga sul 44-30. Si riprende e i pugliesi fanno un parziale di 6-0 in un amen (50-30), alla Grissin Bon occorrono 3 minuti per trovare i primi due punti. Su una ingenuità di Giuri, Della Valle cattura la palla e vola per la tripla che decreta il contro-parziale degli ospiti 0-5. Di nuovo Lydeka chiamato a ristabilire l’ordine. Superata la metà della frazione Brindisi è troppo morbida e scopre il fianco agli avversari che non perdono l’occasione per rosicchiare punti, passando da -18 a -10. Un coast-to-coast di Tepic con realizzazione finale fa rifiatare la Happy Casa, reduce da una serie di sviste pesantissime. Deleterio questo terzo quarto per i padroni di casa che vanificano i 20 punti di distacco guadagnati, per chiudere poi sopra solo di 6 lunghezze, 60-54. Match completamente riaperto, dopo i primi 2 punti messi a segno da Brindisi, Reggio aggredisce e in un lampo è lì ad un passo, -2. La New Basket allunga nuovamente portandosi a +6, ma l’andamento ad elastico si protrae per tutta la frazione, a una manciata di minuti dal termine Reggio è di nuovo lì. Gli ultimi istanti della gara sono molto avvincenti. Ancora una volta Lydeka si mostra protagonista e, pur sbagliando i 2 liberi alla fine, contribuisce a regalare a Brindisi la salvezza nella massima serie. Finisce il match 75-72.

TABELLINI

BRINDISI: Suggs 19, Lydeka 16, Iannuzzi 7, Mesicek 8, Tepic 10, Smith 15, Donzelli NE, Sirakov NE, Cardillo 0, Giuri 0, Petracca NE.

REGGIO EMILIA: De Vico 7, Llompart 13, Dellosto NE, Markoishvili 7, Reynolds 10, White 10, Della Valle 9, Candi 0, Cervi NE, Wright 16, Bonacini NE.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.