La NBA ha annunciato delle modifiche al format dell’All Star Game, compresa una in ricordo di Kobe Bryant

Home NBA News

L’All Star Game cambia ancora, dopo le modifiche alle quali è stato soggetto negli anni scorsi ora la NBA ne ha introdotte delle altre, una in particolare direttamente collegata alla recente scomparsa di Kobe Bryant.

Da quest’anno i punteggi di ogni quarto verranno azzerati, e ogni 12′ si ricomincerà dunque dallo 0-0: questo per i primi tre quarti. Nel quarto periodo i punti dei primi tre quarti verranno sommati, alla cifra totalizzata dalla squadra che è in vantaggio verranno aggiunti 24 punti (in onore di Kobe). Non ci sarà il cronometro, le due squadre giocheranno ad oltranza finché una delle due non avrà raggiunto tale cifra (quindi il totale dei punti segnati nei primi tre quarti, più 24).

Nel suo annuncio la NBA ha fatto questo esempio: il terzo quarto si conclude, e il punteggio totale è di 100-95. Si sommano 24 punti ai 100, e si ottiene 124. Partendo dal risultato di 100-95, la prima squadra che arriverà a 124 avrà vinto l’All Star Game.

Importanti anche le novità relative alla beneficenza: ogni squadra selezionerà un’associazione, ad essa verranno donati 100.000 dollari per ogni quarto vinto da quella squadra. In aggiunta, la squadra che conquisterà l’All Star Game avrà diritto ad altri 200.000 dollari da donare alla propria associazione. Come sempre le due squadre verranno scelte mediante un Draft dai due capitani, LeBron James e Giannis Antetokounmpo: stanotte, a partire dall’1 italiana, verranno invece svelate le 14 riserve selezionate dai coach.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.