La NBA non gradisce il riposo dei Big Three dei Cavs contro i Clippers, Doc Rivers: “Si dovrebbe cambiare il calendario”

NBA News

Nella notte i Cleveland Cavaliers hanno deciso di tenere a riposo i propri Big Three, LeBron James, Kyrie Irving e Kevin Love non sono scesi in campo contro i Los Angeles Clippers e il risultato è stato un dominio dei ragazzi di Doc Rivers, che hanno vinto 108-78.

La NBA in passato ha già avuto diversi problemi a gestire situazioni del genere, quando una partita potenzialmente spettacolare e quindi attraente agli occhi dei telespettatori viene penalizzata dall’assenza per riposo di alcune stelle. Il GM dei Cavs, David Griffin, nel post-partita ha ammesso che la Lega non ha apprezzato la decisione di coach Lue di tenere fuori le proprie stelle: “Si sono fatti sentire 7 minuti dopo che è stato annunciato, e non erano felici. Mi dispiace per la Lega, davvero. Però dobbiamo pensare a cosa sia meglio per noi dal punto di vista degli infortuni. Solo un giocatore è stato tenuto davvero a riposo [LeBron, ndr], gli altri due erano alle prese con degli acciacchi, non penso che abbiamo fatto qualcosa di così sbagliato”.

Dall’altra parte della barricata, Doc Rivers ha parlato del problema in questione: “Dobbiamo proteggere il nostro prodotto. E’ difficile. E’ impossibile, se si pensa a come vengono decisi i calendari. Certamente però una partita in back-to-back in diretta nazionale sulla ABC non è la scelta migliore. Mi dispiace davvero per i tifosi. A tutti dispiace. Voglio dire, è una situazione spiacevole. E anche io l’ho fatto l’altra sera a Denver. C’erano tante persone con le maglie di Blake [Griffin, ndr] e DJ [DeAndre Jordan, ndr] alla partita”.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.