La NBA si prepara a utilizzare dei braccialetti anti-Coronavirus

Home NBA News

La NBA si prepara ad aggiungere un altro tassello al proprio stringente protocollo per contrastare il Coronavirus. La lega americana, infatti, fornirà a ogni giocatore e a diversi membri degli staff delle varie franchigie un braccialetto che si attiva quando si entra a contatto con un’altra persona che lo indossa.

Il SafeZone Kinexon è stato provato fin dal 23 Dicembre – come svelato da ESPN – e la sperimentazione dovrebbe concludersi il 7 Gennaio. A partire da quella data tutti i tesserati che l’avranno ricevuto dovranno indossarlo obbligatoriamente in ogni momento correlato al team: viaggi, riunioni, pasti e anche durante gli allenamenti. Sono previste multe per chi non utilizzerà il dispositivo che però non dovrà essere indossato in occasione delle partite.

Il braccialetto, come detto, si attiva quando ci si trova a meno di 1,5 metri da un altro soggetto che lo utilizza e poi registra per quanto tempo dura il contatto. Servirà, nel caso venisse riscontrata la positività di un giocatore, per capire chi gli è stato effettivamente vicino, evitando così di mettere in quarantena atleti senza che ce ne sia bisogno.

Il metodo è stato già utilizzato efficacemente dalla NFL anche se alcuni addetti ai lavori NBA sono scettici: il dispositivo – sostengono – sicuramente potrà essere efficace contro i contagi “interni” ma difficilmente potrà difendere dal virus che viene dal di fuori. Le perplessità in questo senso riguardano il fatto che la lega del football è meno esposta a contatti esterni: ci sono meno viaggi perciò i tesserati frequentano abitualmente gli stessi luoghi e incontrato meno persone non monitorate.

In ogni caso la NBA ha deciso di percorrere questa strada, introducendo un’altra misura per tentare di tenere il Covid-19 fuori dai propri parquet. Inoltre la speranza, espressa dal vice-presidente Daniel Weiss, è che i dispositivi non servano solamente a ricostruire la rete di contatti dei positivi ma anche per cercare di ridurli preventivamente.

 

Fonte: ESPN

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.