La NCAA fa dietrofront: modificata la “Rich Paul Rule”

Home NBA News NCAA News

Come abbiamo spiegato esaustivamente in questo articolo, la NCAA ha emanato una nuova regolamentazione, secondo la quale un agente doveva avere 3 requisiti fondamentali per poter rappresentare un giocatore: una laurea triennale, un certificato della NBPA di almeno 3 anni ed un esame scritto presso l’ufficio NCAA di Indianapolis. Tutto ciò nell’intento di fermare il lavoro di Rich Paul, uno degli agenti, se non l’agente, più potente della NBA, che non è in possesso, appunto di una laurea.

A seguito di questo comunicato, tutta l’NBA (in particolare LeBron James e Chris Paul, presidente della NBPA) si è schierata al fianco di Rich Paul: per questo, la NCAA ha deciso di fare rapidamente marcia indietro e modificare la regolamentazione, che ora è di 5 punti fondamentali.

  • Essere in possesso di una laurea o avere un certificato approvato dalla NBPA
  • Avere un certificato della NBPA da almeno 3 anni
  • Possedere un’assicurazione di responsabilità professionale
  • Completare l’esame di qualificazione NCAA
  • Aver pagato le tasse necessarie

Queste modifiche permetteranno, pertanto, a Rich Paul di continuare a reclutare i giovani giocatori, in quanto una laurea non sarà più necessaria.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.