La Nike lavora ad una soluzione per le nuove maglie

Home NBA

Un accordo faraonico da 1 miliardo di dollari per i prossimi 8 anni: questi sono gli accordi presi dalla nba con la Nike, per la produzione delle divise da gioco da parte della famosissima multinazionale.

I risultati fino a questo momento però non sono sembrati buoni e di conseguenza la Nike ha deciso di intervenire:

Nike ha sempre messo l’atleta al centro di tutto e abbiamo lavorato duro per creare le uniforme più adeguate possibili.

Nonostante tutto abbiamo notato che un piccolo numero di atleti che hanno avuto qualche “difficoltà”.

Tramite un comunicato ha annunciato di aver aperto un piano per intervenire alla modifica delle maglie da gara, grazie alla collaborazione con la nba e il duro lavoro dei propri addetti: sono ben 5 i casi in cui i giocatori sono stati costretti a cambiare la maglia, come ad esempio LeBron James al termine della gara di apertura o Draymond Green nella sfida con i Wizards.

Giovanni Aiello

2 thoughts on “La Nike lavora ad una soluzione per le nuove maglie

  1. Io ho ancora una canotta di Hardaway (Orlando Magic) fatta dalla Champions, la uso spesso per passare dalla piscina al campo da basket e viceversa, in pratica per nascondere la panza. Una maglia (e i pantaloncini annessi) del 1998 della Champions sembra ancora nuova nel 2017, non posso fare a meno di chiedermi come sono queste nuove della Nike che peraltro nascono da contratti multimilionari.Io ero innamorato della Champions, quando facevo attività agonistica prendevo solo loro prodotti, non so come è stata soppiantata da altre marche.Peccato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.