contatore visite free La notte di Pesaro: le scuse di Costa, il faccia a faccia Amadori-tifosi e il no di un USA

La notte di Pesaro: le scuse di Costa, il faccia a faccia Amadori-tifosi e il no di un USA

Home Serie A News

Ieri sera è arrivata la decima sconfitta consecutiva per la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro. Cremona, al termine di una partita tutt’altro che esaltante, è passata senza troppe difficoltà contro una squadra che sembra veramente inadatta alla massima categoria.

Nella conferenza stampa post gara, dopo gli interventi dei due allenatori, il presidente Ario Costa è voluto intervenire e metterci la faccia facendo un mea culpa:

Forse devo chiedere scusa o forse mi devo vergognare, ma è indubbiamente un momento molto difficile ed io mi sento responsabile di questo al 100%. Non possiamo giocare così male partite alla nostra portata come quella di stasera. Stasera abbiamo davvero toccato il fondo, abbiamo giocato malissimo, sia in attacco che in difesa. Ma di sicuro io vi posso promettere che non molliamo, finché ci sarà speranza di salvezza. Queste non sono serate da vivere e ripeto che è tutta mia responsabilità. Adesso mi farò sentire con tutti, squadra e altre persone coinvolte, cosa che peraltro ho già fatto. Ma evidentemente non basta.”

Di seguito, il video delle scuse in esclusiva di Radio Incontro Pesaro:

 

Il tutto in un ambiente a dir poco frustrato dato che questa precaria situazione si protrae da ormai 8 stagioni. La frustrazione e la rabbia dei tifosi, che stanno meditando di disertare domenica contro Milano, si è vista anche nel faccia a faccia tra il presidente del consorzio Luciano Amadori e un piccolo gruppo di supporters che hanno chiesto interventi rapidi. Il confronto è andato avanti per più di dieci minuti, durante i quali i sostenitori della Vuelle hanno espresso la propria rabbia per l’orribile situazione della squadra, chiedendo perché ci sia questa calma apparente della società. Pesaro, attualmente è ultima in classifica a -6 da Pistoia (penultima) e senza la possibilità, con il roster attualmente a disposizione, di uscire da questo tunnel di sconfitte.

Proprio a proposito di roster, come emerso dal faccia a faccia tra Amadori e gli esponenti della curva, la Carpegna Prosciutto stava aspettando una risposta da un giocatore USA. Tale risposta da questo giocatore è arrivata, ma in negativo; perciò la società continuerà a sondare il mercato per cercare di intervenire prima che sia veramente troppo tardi. Questo sta a significare che tutti i dirigenti della società marchigiana continuano a lavorare per poter cercare di svoltare una stagione che sembra ormai scritta.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.