La partita infinita: Pistoia vince al terzo overtime

Home

26959189_olimpia-milano-serie-avversaria-giorgio-tesi-group-pistoia-0

Giorgio Tesi Group Pistoia – V.L. Pesaro (14-14; 23-24; 29-20; 21-13; 12-12; 12-12;

I quarto

La partita viene sbloccata con un canestro da sotto di Brad Wanamaker, con Pistoia che allunga con un canestro di Johnson, ma la Victoria Libertas reagisce e grazie alle triple di Turner e Musso, portandosi per la prima volta in vantaggio. La partita è un continuo tira e molla con Pistoia che infila un parziale di 6-0 trascinata da un buon Wanamaker in cabina di regia. Ma i toscani non riescono a conservare il pallino del gioco e vengono riagganciati grazie ai tiri liberi di Trasolini, già al suo terzo viaggio in lunetta. Lìultimo canestro è di Washington per il 14 pari.Cantu Pistoia

II quarto

Il secondo quarto parte con le squadre un po’ impacciate che fanno fatica a trovare la retina, e, soprattutto, non riescono a costruirsi un vantaggio significativo. Il primo canestro porta in vantaggio la VL con la realizzazione di Anosike. Dopo il pareggio di un ottimo Washington, si iscrivono a referto anche Amici e Jack Galanda con un tiro da tre. Pesaro prova a prendere poi in mano il gioco, allungando grazie a Musso, ma viene ripresa grazie a Wanamaker, che con un tripla firma anche il sorpasso. Successivamente il ritmo si alza, con le squadre trascinate da Trasolini da una parte e Washington dall’altra. Sul finale del periodo la VL pesca dalla panchina Pecile, che riesce a portare i suoi all’intervallo in vantaggio, nonostante la tripla nel finale di Gibson. 37-38 per i marchigiani.

III quarto

Il terzo quarto parte bene per la Giorgia Tesi, con Johnson che prima schiaccia e poi realizza dalla media, e con Meini che mette una tripla per il 44-40. Grazie ad un tecnico fischiato ai pesaresi, Pistoia ha l’occasione di aumentare il gap tra le due squadre, grazie ai liberi di Gibson e Meini che portano al massimo vantaggio sul +7. Ma Pesaro non si perde d’animo e si riporta sotto grazie ad una tripla di Pecile. Johnson, ispiratissimo, regala un’altra schiacciata al pubblico. Poi lo stesso Johnson e Gibson allungano ancora fino al 54-44. Musso interrompe il parziale, ma Cortese allunga ulteriormente con una tripla. La partita si mette bene per i pistoiesi, che contano soprattutto sull’atleticismo di Johnson, immarcabile in questo periodo. Il periodo finisce 66-58.

14386867-015--630x365--630x365

IV quarto

Il quarto periodo regala poche emozioni: nei primi minuti segnano solo Daniel e Pecile, con la situazione che rimane invariata. Poi un botta e risposta da tre che rianima la partita: segnano Turner e Gibson. La partita sembra andare verso un finale scontato, ma prima Pecile e poi Musso, con due canestri dai 6.75 m riportano sotto Pesaro sul 73-71, costringendo Pistoia al timeout. Pistoia esce bene dal timeout, con un canestro di Johnson, ma Turner segna ancora da tre e riporta i suoi al -1. Wanamaker segna dalla media, ma Turner si traveste da Ray Allen e pareggia l’incontro con l’ennesima tripla, facendosi perdonare la prestazione opaca sfornata lungo i primi tre periodi. Dall’altra parte Wanamaker non ci sta e riporta in vantaggio i suoi con un minuto sul cronometro. Ma quando la partita sembra finita, Turner la pareggia e porta le due compagini al supplementare.

Supplementare

Le due squadre sono tiratissime, e si vede. Wanamaker e Turner perdono palla su tutti e due i lati del campo, e ci deve pensare Musso a sbloccare il risultato per il +3 ospite. Lo stesso Musso segna un’altra tripla che taglierebbe le gambe a chiunque, ma Pistoia reagisce e si riporta al -1 nonostante la terza tripla in pochi minuti di Musso. Nell’ultimo minuto fondamentale canestro di Anosike, che realizza un gioco da tre punti. Johnson è però un fulmine a correre dall’altra parte del campo e schiacciare per il -2. Negli ultimi secondi Pecile perde palla e regala a Wanamaker il canestro del pareggio. Si va al secondo overtime sul 91-91.

II supplementare

Ancora una volta squadre molto tese e poco precise. Il primo canestro è di Washington, a cui risponde subito Turner. Canestro pesante di Trasolini, a cui risponde Johnson. Poi altro importante gioco da tre punti di Anosike, con Wanamaker che riporta subito sotto i suoi grazie a due liberi. Tiro sbagliato di Pecile e Johnson riporta in vantaggio Pistoia sul 99-98. Lo stesso Johnson segna un tiro libero, mentre dall’altra parte è Pecile che riesce a pareggiare con il tiro dalla lunetta sul 100 pari. Il finale è eletrizzante: Wanamaker realizza da tre, ma Musso sul filo del rasoio riesce ancora una volta a pareggiare. 103-103 e si va al terzo supplementare.

III supplementare

Non ci sono più parole per questa partita. Trasolini firma il vantaggio ospite grazie a due tiri liberi, ma Johnson pareggia subito. Altri tiri liberi ed altro vantaggio per Pesaro, ma Johnson non ci sta e pareggia (ancora!). Musso da tre e Wanamaker dalla media ci fanno entrare negli ultimi due minuti, con Johnson che  subito segna ancora per il vantaggio dei padroni di casa. Ad un minuto dalla fine segna ancora Wanamaker. Dall’altra parte ci provano sia Turner che Pecile da tre, ma non riescono a segnare il canestro del pareggio, e Washington dall’altra parte riesce a segnare dalla lunetta mettendo per la prima volta dalla fine dei tempi regolamentari i padroni di casa in vantaggio di 4. Pesaro non riesce più a recuperare punti e Washington fissa il risultato sul 115-110

MVP: JuJuan Johnson

Segna da tutte le posizioni e non molla mai. Nei supplementari è lui a riportare sotto Pistoia quando Musso, Anosike o Turner segnano. Importante anche il suo contributo nell’allungo del terzo quarto e il suo apporto a rimbalzo (13).

Giorgio Tesi Group Pistoia

Daniel 6; Meini 4; Galanda 3; Wanamaker 29; Washington 14; Cortese 3; Evotti ne; Bozzetto; Gibson 19; Johnson 37.

V.L. Pesaro

Musso 31; Bartolucci; Nicolini ne; Panzieri ne; Pecile 18; Young; Trasolini 22; Amici 4; Anosike 13; Turner 22.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.