La Reyer respinge la rimonta di Oldenburg e si giocherà la qualificazione contro Brescia

Coppe Europee Champions League Home

Umana Reyer Venezia – EWE Oldenburg 82-78

(24-14; 45-39; 57-56)

La Reyer Venezia parte benissimo e riesce a gestire il vantaggio nonostante i problemi di falli dei lunghi di De Raffaele. Alla fine decide l’incontro una tripla bellissima di Andrea De Nicolao, protagonista del match con 12 punti e 5 assist.

Davanti propri tifosi, Venezia parte in quarta e mostra sin dai primi minuti di voler fare di tutto per allungare la propria stagione europea. Chappell e Vidmar sono gli uomini chiave dell’inizio scoppiettante della Reyer. L’americano è infallibile nel primo quarto, mentre il lungo sloveno contribuisce alla causa dei lagunari con un grande lavoro sotto le plance. Dopo i primi dieci minuti di gioco, il risultato è di 24-14 in favore dei padroni di casa.
La reazione di Oldenburg arriva nel secondo quarto, per mano dell’immarcabile Rasid Mahalbasic che, canestro su canestro, riscatta una prima frazione incolore. Il risveglio del centrone austriaco mette in seria difficoltà la Reyer, che si ritrova a dover fare i conti troppo presto con i problemi di falli dei lunghi Vidmar, Mazzola e Watt. Le iniziative personali di De Nicolao e Goudelock mettono una pezza sul punteggio, che al termine del secondo quarto vede Venezia ancora davanti di sei lunghezze: 45-39.

Al rientro dagli spogliatoi è ancora la Reyer a dettare i ritmi del gioco, con Bramos e Watt che salgono in cattedra con esperienza. Mahalbasic tuttavia non si arrende e come nel primo tempo si carica sulle spalle Oldenburg, sia in attacco che in difesa. Dopo una fase di gioco molto confusa da parte di entrambe le formazioni, due chiamate assurde della terna arbitrale condannano Vidmar a lasciare il campo prematuramente in virtù del suo quinto fallo. Venezia rimane davanti, ma di una sola lunghezza (57-56).
L’ultimo periodo orfano di Vidmar è un’agonia per la Reyer, che però accoglie a braccia aperte il ritorno di Chappell, che si era assopito dopo un primo quarto di grande qualità. Watt e Bramos si rivelano altrettanto fondamentali nello sprint finale di Venezia, che riesce a portare a casa una partita tanto importante quanto sofferta grazie alla tripla della vittoria di De Nicolao (82-78). La qualificazione ai quarti di finale rimane appesa a un filo, ma la Reyer guarda all’ultima partita del girone contro la Leonessa Brescia con maggiore fiducia.

Venezia: Chappell 16, Watt 14, De Nicolao 12+5a.

Oldenburg: Mahalbasic 24+6r+4a, Larson 12, Sears e McClain 8.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.