La Reyer ruggisce a Brindisi e vola al secondo posto!

Home Serie A Recap

ENEL BRINDISI-UMANA REYER VENEZIA 74-81

Importante vittoria esterna dei lagunari, che espugnano il difficilissimo PalaPentassuglia, al termine di una partita sofferta, chiusa solo grazie ai tiri liberi. L’Enel ha il merito di riaprire una partita che sembrava chiusa, ma non può nulla di fronte alla maggiore lucidità degli ospiti.

Jeff Viggiano, MVP della partita
Jeff Viggiano, MVP della partita

Apre le danze Tomas Ress con cinque punti, propiziando la prima fuga degli orogranata (6-13). Brindisi fatica  ad entrare in partita, a causa dei problemi di falli di Delroy James e la Reyer ne approfitta con la seconda bomba di Ress, volando sul 10-16 dopo sette minuti di gioco. I padroni di casa non riescono a contenere Goss, che firma un parziale di 5-0 e Venezia raggiunge il massimo vantaggio di undici punti (10-21) ad un minuto e mezzo dalla fine del primo periodo. Il timeout chiamato da Bucchi dà una piccola scossa all’Enel, che chiude il primo periodo sotto di otto punti (14-22). Nel secondo periodo i lagunari partono con una marcia in più e con le triple scavano i 13 punti di gap, nonostante il pressing brindisino. A metà del secondo periodo si stringono le maglie e gli attacchi iniziano a risentirne, Brindisi inizia a recuperare firmando sei punti consecutivi, ma la tripla di Viggiano ristabilisce la doppia cifra di scarto. Nell’ultima azione l’italoamericano di Venezia segna da sotto il 29-41 che porta le squadre agli spogliatoi.

Di ritorno dalla pausa lunga, 6-0 brindisino per tornare sotto la doppia cifra di svantaggio (35-41). Dopo cinque minuti, sono sempre gli ospiti a comandare, ma con sole cinque lunghezze di scarto (40-45). Venezia pare essere ancora ferma in spogliatoio, infatti Brindisi con un parziale di 17-6 si porta sotto di un punto (46-47), trascinata dai punti degli americani Turner e Denmon. Ress e Dulkys danno fiato alla Reyer con due bombe consecutive ad un minuto dalla fine (48-56), il terzo quarto finisce con il punteggio di 50-58, che sorride ai veneti. Inizio fotocopia del terzo quarto, con l’Enel che segna sei punti consecutivi e si porta a meno due, ma l’antisportivo di Bulleri complica le cose (56-58). I tiri liberi premiano Brindisi che rimontano i cinque punti di scarto e si portano sotto di uno (60-61) a sei minuti dalla sirena finale. Il sorpasso, firmato da Ivanov fa esplodere il PalaPentassuglia. Sul 64 pari Goss dà una scossa con una tripla, ma rovina il tutto con un airball e l’Enel torna a -1 (66-67). Peric, Viggiano e Stone firmano il +5 veneziano ad un giro di lancetta dal termine (69-74). La precisione in lunetta permette agli orogranata di portare a casa la partita e staccare in classifica Brindisi, portandosi in seconda posizione, in attesa di Milano-Reggio Emilia.

MVP: Anche oggi la palma del migliore in campo va a Viggiano, che con tredici punti mette la firma nei momenti chiave della partita.

ENEL BRINDISI

Turner 13, Harper 6, Denmon 21, Zerini 4, James 10, Bulleri 5, Cournooh 3, Henry 4, Di Salvatore, Morciano, Ivanov 8

T2 20/34 T3 7/24 TL 13/15

Rimbalzi 28 (James 9) Assist 7 (Turner, Ivanov 2)

UMANA VENEZIA

Dulkys 6, Viggiano 13, Ress 11, Peric 14, Stone 10, Goss 15, Moore 3, Zucca, Ceron, Ortner 8, Ruzzier 1

T216/36 T3 9/21 TL 22/29

RImbalzi 35 (Ortner 6) Assist 13 (Goss 4)

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.