La Reyer si riprende e stende una coraggiosa Pesaro

Home Serie A Recap

UMANA REYER VENEZIA-CONSULTINVEST PESARO 84-72

Prova d’autorità di Venezia, che riscatta il flop esterno a Caserta e si riporta in corsa per le zone nobili della classifica. I sogni di gloria per Pesaro svaniscono nel secondo quarto, quando gli orogranata alzano l’intensità difensiva e costringono agli ospiti l’inseguimento.

Julyan Stone, il factotum dell'Umana Foto di Stefano Sicchiero
Julyan Stone, il factotum dell’Umana
Foto di Stefano Sicchiero

Partenza positiva per Pesaro, che apre con un 0-4, prima di farsi sorpassare dalla tripla di Viggiano e da due schiacciate di Ortner (7-4). Nei primi cinque minuti, i lunghi di Pesaro trovano con facilità la via del canestro, mentre tra gli orogranata spicca Viggiano, autore di sette punti iniziali (13-15). Sul finale sale in cattedra l’ex Roma, Lorant con cinque punti consecutivi, portando la Vuelle avanti di cinque lunghezze a fine primo quarto (17-22). Pesaro stringe le maglie in difesa e si porta sul 19-28 dopo tre minuti del secondo quarto, con un parziale di 6-0 chiuso dal capitano Musso. Nonostante le due stoppate consecutive di Ress, la Reyer fatica a portarsi a contatto con Pesaro. I lagunari riaprono i conti, con la tripla di Goss, dopo la terza stoppata di Ress (27-28). Il sorpasso arriva con il tap-in di Nelson a due minuti e mezzo dalla pausa lunga, Ress da tre aumenta il gap e porta i suoi sul +4 (32-28). Negli ultimi minuti, gli attacchi sono piuttosto sterili e Venezia conduce di 6 all’intervallo (35-29). Di ritorno dagli spogliatoi, la Reyer apre con un 5-0 di parziale e si porta in doppia cifra (40-29). Pesaro fatica ad adeguarsi ai ritmi dei padroni di casa, scivolando sul 47-31 a sei minuti dalla sirena. Dopo 27’ di gioco, la Reyer conduce 52-34, punendo le amnesie difensive degli ospiti, Ortner chiude il quarto con una schiacciata che vale il +20 (60-40).

Risveglio tardivo per Wright, autore di fiammate nel finale Foto di Stefano Sicchiero
Risveglio tardivo per Wright, autore di fiammate nel finale
Foto di Stefano Sicchiero

Nell’ultimo quarto la musica non cambia molto, Pesaro cerca di alzare i ritmi, ma paga l’imprecisione dalla lunga distanza, lasciando alla truppa di Recalcati di amministrare il vantaggio. Wright scuote i suoi, ma i padroni di casa prendono immediatamente di distanze, portandosi sul 75-54 a tre minuti e mezzo. Un gran tiro da tre in stepback di LaQuinton Ross permette a Pesaro di portarsi sul -15 (75-60) dopo sette minuti. Nonostante il tentativo di rimonta dei biancorossi, la Reyer regge e si porta a casa una vittoria fondamentale per la corsa al secondo posto. Finisce 84-72.

TABELLINI

VENEZIA: Stone 7, Goss 10, Jackson 5, Ruzzier 5, Dulkys 6, Viggiano 9, Ceron 12, Peric, Ortner 12, Ress 8, Romano, Nelson. All Recalcati

Rimbalzi: 51 (Stone 9)

Assist: 25 (Stone 6)

T2 21/39         T3 8/29           TL 18/20

 

PESARO: Basile 3, Myles 7, Musso 2, Caverni, Crow 5, Ross 14, Tortù 2, Judge 13, Wright 16, Lorant 10. All Paolini

Rimbalzi: 40 (Ross 11)

Assist: 13 (Musso 3)

T2  22/56          T3  6/21         TL 10/16

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.