varese

La salvezza di Varese è frutto di un grande lavoro di squadra

Home Rubriche Rubriche Italia

Vincendo contro la Fortitudo 103-92, Varese mette al sicuro l’obiettivo stagionale, ovvero la salvezza, salendo a 24 punti in classifica. La OJM gioca una partita ragionata nel primo tempo e passionale, sull’onda dell’emozione, dalla seconda parte del terzo quarto in poi. I colpi di genio con le triple (5/9), i 26 punti – miglior marcatore del campionato con 18.8 punti – e gli assist (9) di Marcus Keene esaltano il pubblico, la scossa di Tomas Woldetensae (autore di 11 punti) fa tremare l’Enerxenia Arena e l’energia di Justin Reyes (15 punti e 8 rimbalzi) e Giovanni De Nicolao (14 punti con 3/3 dall’arco) dà vita al parziale di 21-9 con cui i padroni di casa dettano il ritmo dal 68-66 fino alla fine. 

“Questa vittoria è frutto di un ottimo lavoro di squadra. Sono contento per i ragazzi che meritano questo successo dopo una settimana di lavoro in cui siamo sempre stati uniti. Abbiamo giocato il nostro basket”. La OJM sfodera il miglior gioco di squadra nel periodo più complicato della stagione, dopo il terremoto che ha vista coinvolta la società con l’esonero dell’ex coach Johan Roijakkers, ma la squadra non ha mai perso la bussola. A Casale, i biancorossi perdono di fronte ad una Tortona che tira con oltre il 53% dall’arco e sfrutta un Daum da 33 punti. Poi, in casa, mettono KO la Fortitudo – diretta rivale alla lotta per la salvezza – nel match più importante della stagione. 

Il gruppo di coach Seravalli (alla sua prima partita ufficiale da capo allenatore) scende in campo convinto, concentrato, ma allo stesso tempo senza preoccupazioni, quasi a cuor leggero, verrebbe da dire. Assolutamente consapevole dell’importanza della posta in palio, portando sul parquet il “Varese Basketball”: un concetto di basket che nella partita di ieri sera ha trovato una delle migliori interpretazioni stagionali, con 7 giocatori in doppia cifra e una compattezza di squadra che prima di tutto nasce da “dietro le quinte”. L’ha ribadito coach Seravalli nel post partita: “Abbiamo fatto tanti piccoli cambiamenti in questa stagione, ma la società ci ha sempre fatto sentire il proprio sostegno. Penso che avere 7 giocatori oltre i 10 punti sia un grande segnale di fiducia. Dedico questa vittoria alla mia famiglia e a tutto il gruppo di lavoro”.

Un gruppo di lavoro – dirigenza, squadra e staff – che si è solidificato da gennaio in poi, dall’unità di intenti manifestata dall’Amministratore Delegato Luis Scola: il coraggio, lo spirito di gruppo, la velocità e il duro lavoro i capisaldi del gioco varesino, basandosi su una tradizione già ricca di questi valori, ma con la voglia di guardare con tanto interesse verso il futuro.

E dopo aver raggiunto l’obiettivo, Varese può guardare verso il futuro: nell’immediato, la OJM non è ancora matematicamente esclusa dalla corsa ai playoff, in cui proverà a tenere il ritmo da domenica prossima lottando su un campo difficile – a Brescia – e poi di nuovo in casa contro Sassari nell’ultima giornata di campionato. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.