La sicurezza dei Bucks non aveva riconosciuto Jeremy Lin in Gara-2

Home NBA News

Sono molto lontani ormai i tempi della Linsanity, ormai se n’è accorto anche Jeremy Lin, diventato un journey man della NBA, ora a Toronto con un ruolo marginale (26′ totali in questi Playoffs, tutti di garbage time). Se n’è accorto ancora di più in occasione di Gara-2 delle Finali di Conference, giocata a Milwaukee e vinta dai Bucks, ora sotto 2-3.

Lin ha raccontato al Bill Michaels Sports Talk Network che la sicurezza del Fiserv Forum, nel post-partita, lo ha fermato mentre si avviava verso il pullman dei Raptors, chiedendogli un pass per poterlo farlo passare, quindi non riconoscendolo e non credendo alla versione che fosse un giocatore NBA. Secondo il playmaker di Toronto, oltretutto, non sarebbe la prima volta che gli capita una cosa del genere.

Dopo Gara-2 a Milwaukee, stavo cercando di salire sul pullman della squadra e uno della sicurezza si è messo a urlarmi: “Dove pensi di andare?!”. Io gli ho risposto: “Sto cercando di salire sul pullman”, e lui: “Cosa?! Dov’è il tuo pass?”. Queste cose succedono in tante arene, quindi ormai ci sono abituato.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.