La Sigma sopravvive in Gara-3, superando l’Orlandina solo alla fine

Home

Sigma Barcellona – Upea Capo d’Orlando 83-80

Palalberti pieno in ogni ordine di posto e atmosfera caldissima per questo terzo atto della serie.
Entrambe le squadre partono con gli stessi quintetti delle prime due gare: Collins, Maresca, Young, Filloy, Fantoni per Barcellona e Mays, Soragna, Portannese, Archie, Nicevic per Capo d’Orlando.

medium__3n1b9943-e1393266985312Pronti via e Barcellona segna con Young, al quale risponde subito Soragna con una tripla. Barcellona sembra molto più in palla rispetto alle prime due uscite e con due ottime difese, seguite da un canestro di Fantoni e uno di Collins, costringe Pozzecco al timeout. La squadra recepisce il messaggio e sulla rimessa segna un canestro ancora con Soragna (8-5). Barcellona s’inceppa in attacco e Mays ne approfitta per rubare palla, involarsi in contropiede, segnare e subire il fallo per l’8-8 a 5 minuti dalla fine del primo quarto. Soragna è caldissimo e segna ancora da 3 (8-11), ma Fantoni fa a sportellate con Nicevic e con 4 punti consecutivi porta i suoi  sul +1 (12-11). Mays subisce fallo dai 6,75 ma realizza solo 2 dei 3 liberi a disposizione e dall’altro lato Filloy, per due azioni consecutive, segna con  due comodi sottomano  per il 16-15. Nicevic e Soragna rispondono con un jumper dalla media e una bomba (16-20), ma Barcellona, con un 1 libero di Fantoni e un coast to coast di Ganeto, si riporta sul -1 (19-20). Nell’ultimo minuto si segna solo su tiri liberi e, allo scadere dei primi 10, Pinton mette una bomba  che fa chiudere in vantaggio la prima frazione (23-22).

Il secondo quarto si apre con una bomba di Basile per il +2 (23-25), ma Toppo, con un libero realizzato su due, porta la Sigma sul 24-25. Il Palalberti è una bolgia e i giocatori regalano un contropiede fantastico guidato da Pinton e concluso da Natali per il + 1 (26-25). Barcellona prende fiducia soprattutto in difesa e, con un’altra recuperata, segna una tripla con Young che costringe di nuovo il Poz al timeout. La squadra risponde con due canestri consecutivi di  Archie e Nicevic per il pareggio (29-29). I contatti in campo si fanno duri e gli arbitri hanno difficoltà a gestire la partita. Soragna è caldissimo e mette la quarta bomba della sua gara per il + 3 (29-32), ma Pozzesco esagera con le proteste e  riceve un fallo tecnico. Collins fa 1 su 2 per il  30-32 e Young con uno step-back segna il pareggio (32-32). I contatti aumentano azione dopo azione e Fantoni commette un fallo antisportivo ai danni di Portannese che realizza entrambi i liberi (33-35). Capo d’orlando si affida a Soragna che segna e subisce il fallo da Fantoni per il +5. La partita è bellissima e i canestri di Toppo,Soragna e Benevelli chiudono il secondo quarto sul 41-46.

Il primo canestro del terzo periodo lo segna Filloy dopo un ottimo gioco a due con Fantoni (43-46). Nicevic  subisce fallo e segna i liberi del + 5, ma Fantoni segna due volte da sotto per il -1 (47-48). Portannese s’iscrive alla partita con una bomba (47-51) e Barcellona non trova più la via del canestro. Nicevic con due tiri dalla media segna il massimo vantaggio  e Calvani chiama il timeout sul punteggio di 47-55.  La partita diventa brutta e si segna col contagocce, solo il canestro di Toppo sblocca il  punteggio a 3 minuti dalla fine (49-55). Barcellona si scioglie e con un contropiede di Ganeto trova il -4 (51-55). Collins con un bellissimo canestro dal centro dell’area trova il nuovo -4 (53-57), Basile non sta a guardare  e risponde subito con un layup  prima che Ganeto metta la bomba del 56-59 che chiude la terza frazione.

bloglive_be7ce95eff60b973d6251c05e0dd6ee1Young, in ombra fino a questo momento, segna subito il -1 appena iniziato il quarto periodo (58-59).  Mays subisce  fallo su azione di tiro e converte i liberi nell’azione sucessiva, ma Portannese, ingenuamente, si fa fischiare un tecnico e commette il suo quinto fallo. Pinton converte i liberi a sua disposizione e il punteggio si fissa sul 60-61. Ganeto si prende la responsabilità del tiro da tre e viene premiato dal fallo dello stesso Archie. L’ex Milano fa 1 su 3 ai liberi e pareggia la gara sul 64-64. Barcellona è un po’ confusionaria e solo una bomba fuori equilibrio di Young porta  la squadra di casa in vantaggio sul 67-66, Archie fa 1 su 2 ai liberi per il pareggio e Ganeto, con una penetrazione folle, porta sul +2 Barcellona (69-67). Nicevic segna nuovamente in post e, dopo tante azioni senza segnare, Calvani chiama timeout. Mays si accende e spara una gran bomba per il 69-72, Barcellona non si disunisce e trova 4 punti con Ganeto per il nuovo + 1 (73-72). Il tabellone luminoso segna 1:31 e le emozioni sembrano non finire mai. Nicevic pareggia con 1 su 2 dalla lunetta, ma Collins segna dal centro dell’area il nuovo + 2 (75-73). Il lungo croato si ripete dalla lunetta con il 50 % e dal lato opposto Ganeto mette una bomba che fa cadere il palazzo. Pozzecco chiama timeout a 35 secondi dalla fine. Mays in appena  4 secondi segna il -2, Collins risponde in penetrazione e segna di nuovo il + 4 (80-76).  Mancano appena 15 secondi alla fine e Mays segna da 3 il -1. Il fallo sistematico non fa tremare Collins, che mette tutti i liberi a sua disposizione fino ad arrivare sul 83-80 che chiude la partita.

MVP: Gabiele Ganeto, segna 19 punti compresa la tripla decisiva per spingere Barcellona alla vittoria.

Sigma Barcellona: Young 12, Toppo 5, Maresca 2, Natali 5, Collins 14, Filloy 8, Ganeto 19, Pinton 6, Fantoni 12, Iurato NE.

Rimbalzi: 23 (Ganeto 5)
Assist: 19 (Collins 9)

Upea Capo d’Orlando: Basile 5, Soragna 21, Laquintana, Benevelli 4, Nicevic 18, Portannese 5, Mays 18, Archie 9, Valenti, Ciribeni NE.

Rimbalzi: 24 (Mays 7)
Assist: 15 (Soragna e Mays 4)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.