La Stella Rossa vola grazie ad un Feldeine enorme: è l’ottavo K.O. per l’Efes

Coppe Europee Eurolega

CRVENA ZVEZDA MTS BELGRADE – ANADOLU EFES ISTANBUL 100-81
(29-23/21-21/24-18/26-19)

La sfida ai margini della classifica tra Stella Rossa di Belgrado e Anadolu Efes Istanbul si rivela una delle sfide più interessanti della giornata. A farla da padrona sono i serbi padroni di casa che, spinti da entusiasmo e da un enorme James Feldeine, tengono intatto il fortino. I turchi, dopo la vittoria contro Milano, cadono ancora, per l’ottava volta.

I padroni di casa spingono al massimo l’acceleratore già nei primi attimi di gara: infatti le squadre sono lunghe e, dopo vari tira e molla, è Stella Rossa ad avanzare la prima pericolosa offensiva. Rochestie e un enorme Feldeine da 14 punti dopo soli 10′ minuti sono i protagonisti della prima frazione. L’Efes, nonostante ciò, non sta a guardare e si mantiene a debita distanza, sfruttando i punti di Zoran Dragic e Adams (29-23). I ritmi iniziali si abbassano necessariamente. I locali sfruttano il momento positivo e provano a dare volume al proprio vantaggio: Dangubic e Dobric segnano infatti per il +10. Dall’altra i turchi hanno difficoltà, ma ritrovano comunque due pilastri come McCollum e Dunston, che prendono ritmo e iniziano ad aiutare la squadra anche quantitativamente. Stimac segna addirittura per il -5, rispondendo più tardi anche a Lessort e Jankovic, ma alla pausa lunga è ancora doppio possesso di vantaggio per i serbi, che chiudono in pareggio la decina (50-44).
Al rientro in campo la Stella Rossa vuole chiudere la pratica Anadolu Efes: dopo l’inizio positivo degli ospiti i locali trovano il break di 11-2 con Lessort in prima linea; i turchi interrompono, ma Feldeine e Bjelica si oppongono ancora, dando per la prima volta un vantaggio che i biancoblu non riescono a ricucire. Il canestro di Brown infatti vale solo un -12 difficile da riprendere (74-62). L’ultimo quarto non registra nessuna rimonta da parte degli ospiti: i serbi infatti trovano l’allungo decisivo, con un parziale di 12-4 che spezza gambe e speranze di ripresa. Il piazzato di Antic vale il +20, prima che inizi il periodo di garbage time che permette all’Efes di recuperare qualche lunghezza. A chiudere in bellezza è Lessort, che mette il 100esimo punto della gara prima della sirena (100-81).

CRVENA ZVEZDA MTS BELGRADE: Feldeine 29 p. – Rochestie 11 p. – Damgubic/Dobric 10 p.

ANADOLU EFES ISTANBUL: Dunston 16 p. – Adams/Stimac 12 p. – McCollum 8 p.

Mario Puggioni
Latest posts by Mario Puggioni (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.