La storia che non avevate mai sentito di come Michael Jordan passò dal 45 al 23

Home NBA News

La storia di come Michael Jordan è passato dall’indossare la sua maglia numero 45 a tornare alla familiare 23 al suo ritorno nei Chicago Bulls. La maggior parte cita la guardia degli Orlando Magic, Nick Anderson, come motivo del cambiamento, poiché disse alla stampa:

“Il numero 45 non è forte come il numero 23. Il 45 non è il 23. Non avrei potuto farcela contro il 23”.

Jordan prese una multa da $ 25.000 per il cambiamento senza preavviso, indossando il #23 nella vittoria di gara-2 dei Bulls contro Orlando.

Eppure la maggior parte non sa come alla fine Jordan sia stata in grado di prendere una decisione così rapida. John Ligmanowski, responsabile dell’attrezzatura di Chicago, è l’uomo dietro questa storia:

“Abbiamo avuto una conversazione negli spogliatoi del Berto Center. Gli ho chiesto: ‘Indossavi il numero 45 nel baseball. Che numero vuoi indossare?’ Rimase seduto lì a pensare per un po’ e poi decise che sarebbe andato con il 45”.

“E ho detto: ‘Ti dirò cosa farò: farò preparare anche il 23, quindi avremo entrambi. Avremo il 45 e il 23. Se cambierai idea, mi troverai pronto’. Ho sempre portato il 23 in giro con me nel caso cambiasse idea. Com’è successo”.

Anderson può essere stato colui che ha scatenato il pensiero di tornare al numero 23 ma è stato Ligmanowski a trasformare quel pensiero in realtà.

Il responsabile dell’attrezzatura sapeva che il leggendario numero 23 poteva svegliarsi in qualsiasi momento ed era pronto con la maglia in mano una volta l’avrebbe fatto.

Fonte: NBC Sports

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.