La Supercoppa 2020 incorona la Givova Scafati: sconfitta Forlì in finale

Home Serie A2 Recap

La regina è la Givova Scafati. La compagine di coach Alessandro Finelli iscrive il proprio nome nell’albo d’oro della quinta edizione della Supercoppa del Centenario  sfoderando una grande prova d’autorità contro una Unieuro Forlì tutto cuore e in grado di crederci fino all’ultimo quarto. I campani si sono imposti al “Milwaukee Dinelli Arena” di Cento per 78-69. I romagnoli sono scesi sul parquet dovendo fare a meno di tre tessere luccicanti nel loro mosaico come Giachetti e Bruttini alle prese con problemi muscolari e Roderick, eroe delle sfide con Udine e Torino, fermato da un problema all’anulare della mano destra. Questo però nulla toglie naturalmente alla meritata vittoria dei campani che non hanno mai visto seriamente in discussione il loro vantaggio tranne quando Forlì, nel terzo quarto, è riuscita a ridurre il suo divario a meno cinque.  Scafati succede quindi nell’albo d’oro alla Bertram Tortona. Sugli scudi la premiata ditta Culpepper- Thomas con quest’ultimo in grado di esibire gli stessi gioielli di famiglia realizzativi mostrati già nel match con Ferrara. Nel collettivo forlivese, invece, in evidenza particolare Rush, Landi e Rodriguez. Forlì esce comunque di scena a testa alta.

PRIMO QUARTO – Rush dà il primo scossone al tabellone ma Scafati replica subito con Thomas, Forlì alza ancora la voce con Campori ma la controreplica scafatese ha il volto di Sergio che sforna una tripla d’autore: 5-4 per i campani. Forlì prova a rimettere il naso nel canestro scafatese ma Rodriguez e Rush steccano. Su fronte opposto non fallisce invece Benvenuti che con una tripla e un altro canestro porta Scafati sul 10-4. La manovra gialloblù sembra frastornare gli emiliani che provano a rimettersi in gioco con Dilas ma subiscono ancora due triple in serie di Culpepper: 16-6 per Scafati. Thomas arrotonda ulteriormente, Bolpin cerca di contenere lo svantaggio della squadra di Sandro Dell’Agnello. Scafati, però, rimette mano al motorino d’avviamento e prende velocità affondando la lama in serie con Cucci, Culpepper e Musso che cala una tripla. Il primo quarto si chiude così con il netto vantaggio di Scafati per 29-8. La partita sembra già avere scritto il suo copione.

SECONDO QUARTO – Forlì, catechizzata a dovere da Dell’Agnello, rientra con altro piglio, Landi sbaglia ma Bolpin no ed è il 13-31. Scafati però ritraccia il fossato con Benvenuti, uno degli ex di turno, e Rossato e si porta a più diciannove (35-16 al 4′). Forlì prova a ridurre il divario e a profanare il canestro dei campani provvedono Rush e Landi con due tiri liberi, Rodriguez assottiglia lo svantaggio a meno undici ma Scafati torna a ruggire con Thomas: 38-24. Nuova reazione romagnola con una tripla di Rodriguez ma il solito ex Ravenna Thomas estrae un altro coniglio dal cilindro e porta i campani sul 41-27. Forlì si butta generosamente in avanti colpendo con Rodriguez e due tiri liberi di Landi ma Scafati sforna in risposta punti a ripetizione con Cucci, Culpepper e Thomas. Il generoso Landi ricama una tripla e un altro canestro e porta Forlì in parziale sul 30-21 nel secondo quarto, il punteggio complessivo all’intervallo lungo sorride però ancora a Scafati per 50-38.

TERZO QUARTO – L’avvio è sonnecchiante da ambo le parti, per vedere un canestro scosso bisogna attendere ben due minuti e mezzo quando Rush si produce in un’invenzione da tre. Forlì ci crede e Rodriguez e Rush la portano fino a soli cinque punti di ritardo sul 47-52. Scafati, però, ha la reazione pronta da estrarre dalla tasca, due tiri liberi di Benvenuti e un acuto di Thomas la portano sul 56-47. Natali e Bolpin tentano il riavvicinamento forlivese, Culpepper , però, sgancia una bomba da tre e il terzo quarto finisce ancora nelle mani di Scafati per 63-55.

ULTIMO QUARTO – Forlì fa capire di non essere ancora al tappeto con una tripla di Bolpin, Scafati però attua l’immediata controreplica con due triple di Musso e Rossato. Forlì affonda la lama ancora con Rush ma Benvenuti non lascia passare molto per regalare il suo controcanto: 73-60 per Scafati. Le residue speranze dei romagnoli scorrono tra le mani di Landi che infila cinque punti in serie, Thomas e Culpepper però fanno vibrare a loro volta il canestro, un tiro libero finale di Cucci porta Scafati in paradiso con il punteggio di 78-69.

 

MIGLIORI IN CAMPO

UNIEURO FORLI’: Aristide Landi: generosissimo, non si risparmia neppure per un secondo, il cuore con cui Forlì cerca la disperata rimonta ha soprattutto i suoi battiti.

GIVOVA SCAFATI: Charles Thomas: stesso copione della gara con Ferrara, lui e la precisione in fase realizzativa percorrono ancora una volta la strada mano nella mano e Scafati gongola.

 

TABELLINO

UNIEURO FORLI’: Rodriguez 17, Landi 17, Rush 12, Bolpin 12, Campori 5, Ndour 3, Dilas 2, Natali 1. Coach: Sandro Dell’Agnello.

Tiri liberi: 12 su 21, rimbalzi 36 (Rush 10), assist 12 (Rush 4).

GIVOVA SCAFATI: Thomas 18, Benvenuti 17, Culpepper 16, Musso 10, Cucci 7,Rossato 7, Sergio 3, Marino, Sabatino. N.e: Festinese.  Coach: Alessandro Finelli.

Tiri liberi: 11 su 15. Rimbalzi: 27 (Thomas, Benvenuti 7), assist 20 (Musso, Marino 5).

Arbitri: Mauro Moretti, Edoardo Gonella, Paolo Puccini.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.