La Tezenis Verona batte Torino e approda in finale, ma quanti errori arbitrali!

Home Serie A2 Recap

Tezenis Verona – PMS Torino 95-78

Nella seconda semifinale di giornata, la Tezenis Verona si aggiudica lo scontro tra squadre ai vertici della classifica di Gold contro la PMS Torino. I veneti approdano in finale non senza qualche polemica su un arbitraggio a dir poco discutibile nei momenti chiave…

Darry Monroe: decisivo nell'ultimo periodo.
Darry Monroe: decisivo nell’ultimo periodo.

La partita parte subito con dei ritmi offensivi da capogiro, frutto di due attacchi al top della forma e di difese molto rilassate. Nei primi dieci minuti, il veterano Ndoja è una sentenza dall’arco dei tre punti e la Tezenis Verona lo cerca spesso. Dall’altra parte rispondono i soliti Mancinelli e Lewis e il risultato lievita velocemente ben oltre i 20 punti, con i torinesi che godono del minimo scarto possibile alla prima sirena (24-25).

Giachetti non ha sfigurato contro Verona, ma il suo apporto non è bastato alla PMS.
Giachetti non ha sfigurato contro Verona, ma il suo apporto non è bastato alla PMS.

Nel secondo quarto, contrariamente a quanto siamo abituati, i ritmi non calano di molto. Sono ancora gli attacchi a fare da padroni nei secondi dieci minuti di gioco, con la PMS che nei minuti finali intavola un parziale di 3-8 tutto italiano (Giachetti e Gergati) con cui ispira il sorpasso nei confronti della capolista. Alla pausa lunga i piemontesi sono davanti 42-47.

Mai cantare vittoria troppo presto, però, perchè da inseguitrice la Tezenis Verona diventa subito l’inseguita. Il parziale complessivo di 30-16 non è un indicatore affidabile, perchè se è vero che a partire dalla seconda metà della frazione di gioco Verona riesce a scappare via, è altrettanto vero che le ultime azioni del periodo sono condizionate da un arbitraggio poco lucido, che penalizza parecchio la PMS. I piemontesi precipitano così ad un -9 che non rende merito ai valori espressi in campo (72-63).

Che Torino non meriti un passivo tale lo prova subito nei primi minuti dell’ultimo quarto, quando riesce a tornare sotto. Darryl Monroe, tuttavia, ex-Bruixa d’Or (l’attuale squadra di Peppe Poeta) fiuta subito il pericolo e con ben otto punti consecutivi rispedisce al mittente i tentativi di rientrare in partita. Le numerose decisioni arbitrali discutibili fanno recriminare parecchio la PMS, che non merita il passivo con cui esce dal match (95-78). Verona si assicura così la finale contro Ferentino, mentre Torino torna a casa con l’amaro in bocca. Il percorso in coppa dei ragazzi di coach Bechi poteva veramente essere molto più roseo di quello realizzato.

Tezenis Verona: Umeh 20, De Nicolao 12, Boscagin 16, Ndoja 16, Monroe 18, Reati 5, Petronio, Bartolozzi ne, Gandini 2, Giuri 6.
TL 17/20, T2 21/39, T3 12/27.
Rimbalzi: 35 (Ndoja 9)
Assist: 11 (Umeh 3)

PMS Torino: Giachetti 10, Mancinelli 6, Fantoni 17, Lewis 13, Rosselli 11, Fiore ne, Viglianisi, Vangelov ne, Bruttini, Gergati 11, Pichi ne, Miller 10.
TL 16/19, T2 19/39, T3 8/22.
Rimbalzi: 29 (Fantoni 10)
Assist: 15 (Rosselli 6)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.