La Virtus Bologna coglie il secondo successo consecutivo, battuta in volata Caserta

Home

Virtus Granarolo Bologna – Pasta Reggia Juve Caserta 74-66

 (14-21 ; 33-35 ; 50-50)

La decima giornata di ritorno rappresenta una sfida importante per la Juve Caserta, chiamata a difendere l’ottavo posto in classifica, e quindi la momentanea qualificazione ai Playoffs, dalla Virtus Bologna, quartultima ma reduce da una bella vittoria su Cantù settimana scorsa. Bologna schiera dal primo minuto Willie Warren, Dwight Hardy, Ndudi Ebi, Simone Fontecchio e Jerome Jordan. Il quintetto di Caserta è invece composto da Marco Mordente, Chris Roberts, Jeff Brooks, Ronald Moore e Tony Easley.

Prima azione e primo canestro di Hardy, la partita sembra subito molto equilibrata con le squadre che segnano ad alternanza e giungono sul 10-10 con i tiri liberi di Jerome Jordan. Moore e Roberts provano a dare uno scossone al match con due triple consecutive, sempre Moore chiude il primo quarto con un’altra bomba che lascia Bologna a -7 (14-21). Nel secondo quarto però è un’altra Virtus quella che scende in campo: Hardy da tre punti chiude un mini-break di 6-0 (20-21), ma Caserta ha una certa confidenza con il tiro dalla lunga distanza e trova i centri di Mordente e Roberts. Brooks pone la propria firma sul nuovo +7, ne segue un parziale di 7-0 in favore di Bologna per la parità a quota 33 subito rotta dal canestro di Michelori che chiude il primo tempo con Caserta in vantaggio 33-35.

Attacchi più calmi nel terzo quarto, Gaddefors e King trovano il +5 (42-37), massimo vantaggio della Virtus. Caserta però non molla e aggancia più volte la parità anche grazie ai numerosi rimbalzi offensivi conquistati. Vitali segna il canestro del 50-50 su cui si chiude anche la terza frazione, nell’ultimo quarto il copione non è diverso: Walsh ed Ebi portano Bologna a +4, ma gli emiliani vengono raggiunti e superati da Michelori e Vitali. Gaddefors segna il nuovo +3, ma Brooks risponde due volte trovando la parità. Warren e Gaddefors costruiscono un break di 5-0, ma Bologna perde la palla del KO, che finisce nelle mani di Mordente, abile a segnare il -4. Nell’ultimo minuto inizia il giro di falli sistematici: Hardy è perfetto dalla lunetta, Warren anche e i sogni di Caserta si spengono sul tentativo sbagliato di Moore. Seconda vittoria consecutiva per le V nere che si allontanano dalla zona retrocessione.

MVP: Dwight Hardy, come spesso succede è il migliore dei suoi. Segna 18 punti e nel finale chiude la partita dalla lunetta.

Peggiore in campo: Andrea Michelori, difficile scegliere un vero peggiore ma l’italiano vive una serata-no al tiro con un brutto 1/5.

Virtus Granarolo Bologna: Warren 10, Gaddefors 14, Hardy 18, Fontecchio 5, Ebi 15, Negri NE, Tinti NE, Guazzaloca NE, King 4, Gazzotti NE, Walsh 4, Jordan 4.

TL 15/21   T2 22/46   T3 5/14
Rimbalzi:39 (Ebi 9)
Assist: 11 (Warren 7)

Pasta Reggia Juve Caserta: Roberts 8, Scott 5, Mordente 7, Moore 14, Brooks 11, Marzaioli NE, Tommasini, Michelori 6, Easley 8.

TL 12/21   T2 18/48   T3 6/21
Rimbalzi: 38 (Brooks 10)
Assist: 6 (Moore, Mordente e Brooks 2)

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.