La Virtus torna in Europa col botto: rimonta e successo all’OT sul Neptunas

Coppe Europee Champions League Home

Virtus Segafredo Bologna – Neptunas Klaipeda 83-78

(10-19, 14-14, 19-21, 26-15, 14-9)

Ritorno con stile in Europa per la Virtus Bologna, che dopo 45′ ha la meglio sui lituani del Neptunas all’esordio in FIBA Champions League. La partita non si era messa per il meglio per la formazione di Pino Sacripanti, che è riuscita a rimontare nell’ultimo quarto uno svantaggio che recitava -11 al 30′. Nel supplementare ancora decisivo Kevin Punter, autore di 9 dei 14 punti della Virtus, nonché di 27 punti totali nell’incontro.

In avvio Bologna soffre molto la fisicità di Jerai Grant, e il Neptunas prende subito il vantaggio: i padroni di casa segnano solo 3 punti nei primi 6′, mentre i lituani vanno a +11 e al termine della frazione sono avanti 10-19. La Virtus prova a sciogliersi nei primi minuti del secondo quarto, i canestri di Punter e Baldi Rossi valgono il -5, ma comunque non bastano a riavvicinare di più i bianconeri. In questo frangente sono gli azzurri Aradori e Baldi Rossi a trascinare le V Nere, che comunque non va oltre il -4 prima dell’intervallo e torna a faticare in attacco negli ultimi minuti della frazione, chiudendo sotto 24-33 al 20′.

Il Neptunas tocca il +15 al rientro in campo e per la Virtus sembrerebbe palesarsi all’orizzonte la prima sconfitta stagionale, ma sono Brian Qvale e Amath M’Baye a tenere la gara per i capelli e rilanciare Bologna, che con i canestri di Punter e Taylor torna anche -4, prima di sprofondare nuovamente a -11 al 30′ dopo un centro di Kyle Weaver. Qualcosa cambia a cavallo dell’ultima pausa dei regolamentari: i padroni di casa subiscono subito la tripla di Delininkaitis e vanno a -12, ma poi reagiscono. 5 punti di Cournooh e 2 di Punter riportano i bianconeri a -3, l’ex Cantù poi stoppa anche il tiro che porta alla tripla del -1 di Baldi Rossi poco dopo, ufficialità di rimonta. Ancora Cournooh, dopo un paio di giocate importanti di Kravic, da tre firma il primo vantaggio della gara per gli uomini di Sacripanti, che si difendono arrivando anche a +6. Nell’ultimo minuto però il Neptunas torna a contatto, due liberi di Delininkaitis e una schiacciata di Grant valgono il 69-69 al 40′, con i lituani che avrebbero anche la chance finale per vincerla con Williams.

All’OT lo show di Punter, ma non solo: un alley-oop per Kravic e una tripla di M’Baye infiammano il PalaDozza, poi l’americano mette al sicuro la partita con due canestri consecutivi per il +6. La Virtus deve comunque sudare per mantenere a distanza il Neptunas negli ultimi minuti, e serve un 3/4 di Punter dalla lunetta per mandare definitivamente in ghiaccio la gara, che si conclude sull’83-78.

Virtus Bologna: Aradori 2, Cournooh 11, Kravic 10, M’Baye 9, Punter 27, Baldi Rossi 5, Berti NE, Cappelletti, Martin 8, Pajola, Qvale 7, Taylor 4.

Neptunas: Dambrauskas, Delininkaitis 9, Kisielius 8, Masiulis 5, Olisevicius 10, Beliauskas NE, Galdikas 7, Grant 21, Mikalauskas 1, Slavinskas NE, Weaver 12, Williams 5.

Francesco Manzi

Milano native. Laureato in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano, studente di Comunicazione per le Organizzazioni e le Imprese all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Tifoso degli Orlando Magic e dell'AC Milan, fondatore di BasketUniverso con una passione smodata per sport e musica rap.
  • 14
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.