L’ALBA Berlino torna a vincere anche in casa sua: battuta la Stella Rossa

Coppe Europee Eurolega

ALBA BERLIN – CRVENA ZVEZDA MTS BELGRADE 92-80
(21-15/25-19/21-20/25-26)

L’ALBA Berlino torna a festeggiare tra le mura amiche dopo quasi due mesi vincendo contro la Stella Rossa la sfida ai piani bassi. Per i serbi è la terza sconfitta di fila dopo Real Madrid e ASVEL.

I padroni di casa trovano già nei primi minuti un buon distacco sul +6. Gli ospiti rimontano parzialmente con L.Brown  e Kuzmic, ma Hermannsson e Giedraitis, mattatori nel primo quarto dell’ALBA, aprono al break definitivo, coadiuvati da Giffey ed Ericksson. Sopra di 10 i tedeschi si rilassano, Dobric e Ojo accorciano prima della sirena ma la scalata è ancora lunghissima (21-15). Giffey e Sikma aprono il secondo quarto con grande brio, permettendo ad ALBA Berlino di ritrovare la doppia cifra di vantaggio. D.Brown e Ojo sono per molti minuti gli unici a poter contrastare il potenziale strapotere gialloblu, con Sikma prima e Giedraitis poi a creare non pochi problemi alla compagine serba. Lo scarto rimane comunque contenuto, nonostante i vari tentativi di Kuzmic da una parte e Hermannsson dall’altra, con il solo Thiemann a chiudere alla pausa lunga su un inedito +14 (46-34).
Il copione non cambia al ritorno nel parquet, con la Stella Rossa perennemente all’inseguimento di un ALBA Berlino sospinto dal pubblico di casa. Il massimo vantaggio tocca le 17 lunghezze con Mattissek dalla lunga distanza; Ojo, Covic e Baron aprono al break di 0-8 che sembra restituire linfa vitale ai serbi dopo il tira e molla dei minuti precedenti. Giedraitis dall’arco prova a restituire il massimo vantaggio ma alla sirena è ancora +13 ALBA Berlino. Con ancora tutto da decidere (67-54). I padroni di casa cercano in tutti i modi di giocare in maniera concentrata e con il cronometro alla mano, forti dell’inerzia posseduta. Nnoko, Giedraitis e Sikma sono mattatori nella prima parte di quarto, dove Baron, Covic e D.Brown cercano in tutti i modi di mettere in difficoltà la difesa teutonica. Con il tempo però gli ospiti perdono lucidità ed è proprio lì che viene decisa la gara: i tedeschi firmano il break fatale di 6-0 che rimette 16 punti sugli avversari; Davidovac accorcia ma ancora Hermannson e Sikma spezzano la gara in due con due triple mozzafiato. La Stella Rossa si deve arrendere per la settima volta, l’ALBA Berlino può invece festeggiare la seconda vittoria consecutiva (92-80).

ALBA BERLIN: Giedraitis 22 – Sikma 18 – Hermannsson 16

CRVENA ZVEZDA MTS BELGRADE: Ojo 12 – Kuzmic 10

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.