L’Alma espugna il Pala Bigi e centra la prima vittoria in trasferta

Serie A News

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – ALMA TRIESTE 71 – 84

(12-25; 23-19; 15-14; 21-26)

Al Pala Bigi è andato in scena il derby biancorosso tra la Pallacanestro Reggiana e la Pallacanestro Trieste. Una partita speciale per Mussini, Strautins e Wright, grandi ex dell’incontro, ma anche per Mario Ghiacci, attuale GM dell’Alma, ma nativo proprio di Reggio Emilia. A spuntarla alla fine sono stati i giuliani, che sono stati sempre in vantaggio per gran parte delle gara e hanno resistito ai tentativi di rimonta dei padroni di casa, portando a casa la prima V in trasferta . Per Trieste sono quattro gli uomini in doppia cifra: Sanders (17 punti), Peric (17 punti e 15 rimbalzi), Wright (16 punti e 6 assist) e Mosley (14 punti). Alla Grissin Bon, invece, non bastano i 15 di Rivers, i 14 di Ortner e i 12 di Mussini.

Rivers spara subito la tripla del vantaggio per la Grissin Bon, poi Wright riduce le distanze per l’Alma che si fa sotto (-1). Dopo un botta e risposta Cervi-Mosley, che mantiene in equilibrio la partita, è Trieste ad allungare fino al +4 grazie alle magie di Sanders. Candi e compagni cercano di restare in partita, ma ancora Sanders e poi Peric portano sopra la doppia cifra gli ospiti. Rivers non basta, così il duo Mosley-Peric mantiene avanti l’Alma, che chiude a +13 il primo periodo. Nel secondo quarto la musica non cambia e Trieste continua a martellare con Fernandez portandosi subito a +18. Reggio Emilia allora reagisce con Ortner e De Vico per il -14, ma Mosley e i suoi mantengono l’ampio vantaggio (+17). La Grissin Bon però non si arrende e ancora grazie ad Ortner e De Vico con un 7-0 di parziale si porta sotto fino al -10. L’Alma soffre ma si affida a Cavaliero e Mosley per restare avanti, mentre i padroni di casa trovano in Rivers il proprio mattatore e riuscendo a rosicchiare ancora un punticino prima della fine del primo tempo. La prima parte di gara si chiude così sul 35-44.

Niente da fare per Mussini e compagni che cedono di fronte a Trieste.

Al rientro in campo Cavaliero mette subito il +11, ma Aguilar non ci sta e con la tripla riporta sotto Reggio (-8). Cavaliero e Sanders però fanno ancora la voce grossa e l’Alma torna a +13. Candi ci prova, ma Strautins e Fernandez tengono a distanza Trieste (+14). La Grissin Bon però non è ancora morta e proprio l’ex Mussini risveglia i suoi nel finale del tempo. Insieme ad Ortner, infatti, riportano ancora a -8 Reggio Emilia al termine del terzo periodo. Nell’ultimo quarto la Grissin Bon grazie a De Vico trova anche il -4, ma ci pensa l’altro ex Wright da tre a far resistere l’Alma che si tiene a +7. Mussini e Ortner, però, non ci stanno e Reggio Emilia torna ancora sotto spingendosi poi fino al -2. Trieste è in difficoltà, ma è ancora e sempre Wright a dare la scossa ai suoi, che con un parziale di 11-0 si riprende la partita. Peric fa il resto e l’Alma resiste ad Allen e Rivers portandosi a +14. Negli ultimi minuti la Grissin Bon cerca in tutti i modi di recuperare lo svantaggio, ma ormai è troppo tardi. La gara finisce così 71-84.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Candi 6, Rivers 15, Aguilar 4, Cervi 6, Llompart 2, Ortner 14, Soviero ne, Vigori ne, Gaspardo 0, Allen 5, Mussini 12, De Vico 7;

ALMA TRIESTE:

Peric 17, Wright 16, Cavaliero 9, Sanders 17, Mosley 14, Da Ros 0, Strautins 3, Schina ne, Fernandez 8, Walker ne, Coronica ne, Knox 0;

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.