L’Alma non soffre di vertigini: batte la Proger e resta stabile al terzo posto

Serie A2 Recap

PROGER CHIETI – ALMA TRIESTE 77 – 87

(26-25; 16-16; 17-23; 18-23) 

Eugenio Dalmasson guiderà ancora la Pallacanestro Trieste alla ricerca di traguardi importanti.
Dalmasson e la sua Trieste restano stabili al terzo posto, confermandosi anche a Chieti.

Quintetti: 

Chieti: Golden, Fallucca, Mortellaro, Sergio e Davis

Trieste: Bossi, Coronica, Parks, Green e Da Ros

Assenze: 

Coach Galli avrà a disposizione il roster a completo per questa partita; mentre il suo collega Dalmasson dovrà fare a meno della guardia Roberto Prandin per questa gara, visto che la guardia è ancora alle prese con un problema alla coscia destra. Inoltre non ci sarà il giovane Massimiliano Ferraro, fermo ai box per un acciacco muscolare, mentre Alessandro Cittadini non sarà al meglio della condizione, a causa di un attacco influenzale e della febbre alta.

Stato di forma: 

Chieti si presenta a questa gara dopo la vittoria ottenuta, in casa, contro Ferrara, mentre nel turno precedente aveva perso a Bologna contro la Fortitudo.

Trieste arriva a questa partita dopo aver vinto l’ultima partita disputata, in casa, contro Roseto, mentre nel turno precedente aveva perso a Treviso.

Scelta tattica: 

Chieti si affida alla regia di Golden, che a seconda delle situazioni decide per una penetrazione o per uno scarico ai compagni. Sopratutto l’americano Davis riceve spesso palla e cerca la soluzione personale con un tiro da due o da tre punti. La Proger si affida anche allo scarico per Mortellaro in post alle iniziative di Venucci. Difesa attenta quella dei teatini, che si affida anche alla zona per fermare Trieste.

Trieste si affida a Bossi in regia per cominciare la manovra d’attacco e poi cerca di smarcare uno tra Da Ros e Cittadini per un tiro piazzato facile o per una giocata in post. L’Alma si affida anche agli americani Green e Parks, ma soprattutto alle giocate di Bossi e Pecile, che concludono molto spesso da tre, per portare punti alla causa giuliana. La difesa dei triestini è come sempre molto aggressiva e decisiva nei momenti che contano.

La gara:

Green segna subito per Trieste, ma Golden risponde immediatamente per Chieti. Poi l’Alma allunga il suo vantaggio con Bossi e Da Ros portandosi a +7, dopo il primo pareggio della Proger, che va a segno con la tripla Davis. La Proger resta, quindi, in partita, tanto che con Mortellaro e ancora Davis accorcia le distanze, pareggiando di nuovo la partita. Da Ros prova a svegliare i suoi, ma i padroni di casa trovano poi il primo vantaggio con un parziale di 4-0 firmato da Golden e Davis. Così la Proger si porta a +4. Bossi e Pecile poi riducono le distanze per Trieste, che si porta anche in vantaggio di un punto, ma sempre Davis segna per il +1 di Chieti proprio allo scadere del primo quarto. Nel secondo periodo Venucci segna subito il +3 per la Proger, ma Bossi tiene a -1 l’Alma. I ritmi calano notevolmente in questa secondo quarto e dopo l’equilibrio dei primi minuti è Chieti ad allungare. Golden fa il vuoto e trascina i suoi ad un parziale di 10-0 che vale il +10. Trieste, però, non si scompone e a poco a poco riduce le distanze con Da Ros e soprattutto Pecile, che portano la loro squadra fino al -3. Il primo tempo finisce così 42-39.

Ph. Andrea G. Costa
Trae Golden non riesce nell’impresa di far vincere Chieti (Ph. Andrea G. Costa).

Al rientro in campo Da Ros segna subito il -1 per Trieste, ma Golden tiene a distanza Chieti con due punti. Poi l’Alma allunga a +4 con Pecile e Coronica e ritrova il vantaggio. La Proger, tuttavia, non ci sta e con Sergio e Mortellaro pareggia la partita. Si scatena poi Bossi con tre triple di fila e gli ospiti provano ad allungare, ma Chieti resta attaccata alla gara grazie a VenucciMortellaro. L’Alma però trova l’allungo a fine periodo grazie a Cittadini e si porta a +5. Nell’ultimo quarto Golden e compagni provano a rimontare, ma Trieste ha una marcia in più e con Bossi Pecile allunga ancora, fino al +9. La Proger non reagisce e il vantaggio giuliano aumenta fino al +14, con Green che finalmente si sveglia. Chieti non è ancora doma e con orgoglio si riavvicina pericolosamente sino al -7 grazie a SergioMortellaro. L’Alma, tuttavia, non si scompone e controlla la gara fino alla fine, aumentando nuovamente il passivo. Finisce 77-87.

Svolta della partita: 

La gara cambia volto nel finale del terzo periodo, quando l’Alma riesce ad allungare il suo vantaggio e prende possesso della partita. La Proger prova a rientrare, ma Trieste allunga il passivo nell’ultimo quarto e porta a casa la vittoria.

Migliori in campo: 

bossi trieste
Stefano Bossi sfodera una super prestazione e porta alla vittoria la sua Trieste.

Chieti: Trae Golden, l’americano cerca in tutti i modi di portare alla vittoria Chieti, ma le sue penetrazioni coast to coast e i suoi tiri non bastano per vincere. Chiude con 21 punti, 7 rimbalzi e 4 assist. Nota di merito per Chris Mortellaro, che lotta sotto canestro in ogni azione e chiude con una doppia doppia da 16 punti e 13 rimbalzi.

Trieste: Stefano Bossi, il play triestino è il protagonista assoluto nelle file dell’Alma. Grazie alle sue triple e alle sue giocate, infatti, trascina la sua squadra alla seconda vittoria di fila. Chiude con 23 punti e 5 assist. Nota di merito per l’altro triestino Andrea Pecile, che fa sentire la sua presenza e la sua classe nei momenti che contano, chiudendo con un bottino di 18 punti.

Peggiori in campo: 

Chieti: Andrea Piazza, giornata no per il play di Chieti, che non gioca una delle sue migliori partite. Disattento e poco concentrato per gran parte della gara, chiude con 0 punti e 1 assist.

Trieste: Jordan Parks, brutta prova dell’americano, che non riesce ad esprimersi sui suoi soliti livelli. Non bastano gli 8 punti e i 6 rimbalzi per salvarlo, visto l’altalenante rendimento nel resto della partita.

Tabellini: 

Proger Chieti: Golden 21, Mortellaro 16, Piazza 0, Allegretti 2, Venucci 9, Fallucca 2, Piccoli 0, Zucca ne, Sergio 8, Davis 19, Ippolito ne, Clemente 0. All.Galli. RIMBALZI: 28 (Mortellaro 13); ASSIST: 16 (Venucci 5); T2: 20/44; T3: 6/18 ; TL: 19/24;

Alma Trieste: Pecile 18, Parks 8, Bossi 23, Coronica 2, Green 13, Ferraro 0, Baldasso 0, Gobbato 0, Simioni 1, Cittadini 8, Da Ros 14. All. Dalmasson. RIMBALZI: 31 (Da Ros 12); ASSIST: 14 (Bossi 5); T2: 21/38; T3: 9/28; TL: 18/22;

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.