L’ASVEL si separa da coach Mitrovic, Tony Parker: “Aveva superato il limite, non potevamo proteggerlo”

Coppe Europee Eurolega

Qualche giorno fa la separazione tra l’ASVEL Villeurbanne, unico club francese in Eurolega, e coach Zvezdan Mitrovic era diventata ufficiale. Le motivazioni, visto che la squadra aveva disputato una discreta coppa ed era comunque in corsa per il campionato prima dello stop definitivo a causa del coronavirus, erano da subito state indicate come comportamentali.

Tony Parker, proprietario dell’ASVEL, nelle scorse ore ha parlato di questa decisione con parole molto dure nei confronti di Mitrovic, intervistato da L’Equipe.

C’è un processo in corso quindi non posso entrare troppo nei dettagli. È ovvio che non è stata una decisione collegata ai risultati, ma quando lavori per l’ASVEL devi mantenere una certa immagine, mostrare rispetto, i risultati non sono tutto. Ci sono limiti che sono stati superati, cose che avevamo messo in chiaro con lui prima della firma del contratto e che doveva rispettare, cosa che non ha fatto. A gennaio avevo detto che sarebbe rimasto qui finché avrebbe voluto. Nella mia posizione cerco sempre di proteggere il coach, quello che dissi a gennaio fa parte della mia filosofia, in relazione alla squadra, anche se sapevo che avevamo dei grossi problemi. Non era più una cosa tollerabile.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.