L’attivista Andrew Duncan regala i biglietti di Nets-Raptors a manifestanti pro Hong Kong, Kyrie Irving: “Negli USA abbiamo già i nostri problemi”

Home NBA News

Singolare quel che è successo ieri notte al Barclays Center in occasione dell’ultimo match di preseason dei Brooklyn Nets contro i Toronto Raptors. L’attivista americano Andrew Duncan ha comprato 300 biglietti per la gara e li ha regalati a manifestanti cinesi pro Hong Kong, che si sono tutti presentati al palazzetto indossando una maglietta nera con slogan “Stand with Hong Kong”. Un gesto simbolico, ma un attacco anche alla proprietà dei Nets, passata di recente a Joseph Tsai, proprietario del celebre sito di e-commerce cinese Alibaba che si era espresso con forza contro il tweet di Daryl Morey in queste settimane.

Kyrie Irving, che giocava la prima partita di fronte al pubblico dei Nets, dopo la partita ha commentato quanto accaduto, non risparmiandosi una critica a quanto visto sugli spalti del Barclays Center:

Io difendo quattro cose: la pace interiore, la libertà, l’uguaglianza e la pace nel mondo. Se una di queste cose verrà messa in dubbio, di sicuro dirò qualcosa, e l’ho fatto in quella stanza [durante l’incontro a Shangai tra Adam Silver e i giocatori di Nets e Lakers, ndr]. Capisco che Hong Kong e la Cina stiano avendo i loro rispettivi problemi, ma c’è già abbastanza oppressione qui in America perché io mi non mi occupi di ciò che succede anche nella mia comunità.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.