australia

L’Australia si rifiuta di giocare in Iran, in arrivo una multa

Home Nazionali News

L’Australia, con la vittoria di ieri sul Kazakhistan, ha conquistato abbastanza agilmente un posto alla FIBA World Cup 2023. I Boomers giocano infatti le qualificazioni con le squadre asiatiche, visto che in Oceania ci sono solo loro e la Nuova Zelanda: nel loro girone, hanno vinto tutte e 9 le partite finora disputate. Ne avrebbero dovuta giocare un’altra, contro l’Iran in Iran, che sarebbe stata l’ultima, ma l’Australia ha annunciato che non si presenterà.

Le motivazioni sono esclusivamente di sicurezza: nelle ultime settimane l’Iran è stato teatro di una rivolta con centinaia di morti nella repressione orchestrata dal governo. Mentre il mondo occidentale guarda con preoccupazione a ciò che sta accadendo, l’Australia non ha intenzione di assumersi il rischio di viaggiare in un Paese quasi in guerra civile per una partita che sostanzialmente non ha alcuna importanza ai fini della qualificazione.

“Onestamente siamo felici di non giocare in Iran, visto tutto il caos e le proteste che stanno andando avanti. Vogliamo giocare un’altra partita con la Nazionale, ma non è assicurata la nostra sicurezza. Quindi la Federazione ha preso la decisione giusta” ha dichiarato la guardia Dejan Vasiljevic al The Herald Sun.

La FIBA prenderà provvedimenti: probabilmente l’Australia perderà la gara a tavolino e riceverà una multa salata.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.