LBF, COPPA ITALIA 2015: Il pronostico viene rispettato, Ragusa vince la semifinale

A1 Femminile Femminile Recap Home Serie A Recap

Passalacqua Ragusa – Fila San Martino 73-63
 (21-18, 38-28, 61-36)

Al PalaEvangelisti di Perugia le “lupe” escono sconfitte dalla prima semifinale della Coppa Italia 2015, cedendo il passo alla capolista Ragusa. San Martino ha messo in campo tutto, energia e fisicità, pur avendo infortunate due perni come Sbrissa e Fabbri.

Più volte la FILA ha provato a recuperare lo svantaggio, ma il talento delle siciliane è stato maggiore.
Ragusa parte subito forte, infilando un break di 6-0 con Ivezic, Cinilli e Pierson. Bailey sblocca il punteggio dal lato FILA, Sbrissa la segue (8-3 al 4’), ma la Virtus è letale sia sotto canestro che dalla lunga distanza e, in poco tempo, il tabellone segna già +13. Gianolla e Putnina non ci stanno e danno una grossa mano in attacco, Filippi infila 6 punti filati e al 9’ le “lupe” sono nuovamente in partita (18-16).

A. Putnina con la divisa della FILA
A. Putnina con la divisa della FILA

Nella seconda frazione le “aquile” provano a spiccare il volo salendo nuovamente a +13 dopo 5’ (33-20). San Martino però non ha intenzione di mollare troppo facilmente: la coppia Sbrissa-Favento riporta, infatti, le giallonere a -7 (33-26). Dall’altra parte, però, Ivezic sembra immarcabile e alla pausa lunga Ragusa riesce a portarsi nuovamente sul +10 (38-28 al 20’).

J. Ivezic con la divisa della Croazia
J. Ivezic con la divisa della Croazia

Ragusa però non cede passo alle avversarie: nella ripresa sfrutta al meglio le troppe palle perse targate FILA, tramutandole in punti di Pierson (45-28 al 23’). Le sfidanti della capolista si sbloccano dopo ben 5’ di gioco con Pye, che firma ben 8 punti in solitaria. Ivezic è ancora un problema però per la difesa di San Martino che, col suo ventiduesimo punto, fa chiudere la frazione sul 61-36.

Gli ultimi dieci minuti la Virtus riesce a gestire il vantaggio. San Martino cerca di salvare l’orgoglio con Gianolla, Favento e Filippi, riportandosi a -16 (66-50 al 34’). Ragusa viene colta di sorpresa solo in un frangente, quando le “lupe” si riportano a -8, a 2’ dalla sirena, ma le biancoverdi ritrovano la marcia che le aveva distinte durante tutto il match, conquistandosi la finale (73-63 al 40’).
VIRTUS EIRENE RAGUSA: Ivezic 22 (3/4, 4/6), Gorini 6 (2/2, 0/3), Cinili 2 (0/3, 0/2), Mauriello 2 (1/1, 0/1), Galbiati (0/3 da tre), Canova (0/1 da tre), Walker 8 (3/6, 0/1), Gonzalez 12 (3/7, 2/4), Nadalin 4 (2/5), Pierson 17 (5/9, 1/1). All. Molino.
BASKET SAN MARTINO: Filippi 9 (0/3, 3/6), Favento 4 (1/1, 0/3), Tonello (0/1 da tre), Amabiglia ne, Bailey 5 (1/6), Putnina 6 (3/7, 0/1), Beraldo ne, Gianolla 18 (7/9, 0/1), Sbrissa 4 (2/3), Fabbri ne, Pye 17 (7/14). All. Abignente.

Marco Astolfi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.