Le azzurre battono la Svezia col duo Sottana-Zandalasini

Nazionali News

E’ un’Italia formato extra-lusso quella che oggi ha sconfitto la Svezia (47-69) nella terza partita di qualificazione all’EuroBasket Women 2019: a Boras, di fronte a 3.000 spettatori, le Azzurre hanno dominato la scena per 40 minuti, tenendo sempre la testa e chiudendo con un +22 che potrà essere molto utile in caso di arrivo a pari punti e relativa classifica avulsa.

Le migliori realizzatrici per la squadra di Marco Crespi sono state Giorgia Sottana con 22 punti e Cecilia Zandalasini con 19. In doppia cifra anche Francesca Dotto a quota 11 ma mai come stavolta la vittoria è stata corale, autoritaria, distribuita. Aspetto sul quale è voluto tornare coach Crespi a fine gara.

“E’ stato un vero piacere vedere tutte le Azzurre giocare un basket di squadra serio e in ogni momento della partita, indipendentemente dai minuti trascorsi in campo. Ora dobbiamo prepararci affinché mercoledì contro la Macedonia possa essere ancora più bello”.

Domani il ritorno in Italia e mercoledì a Pavia la gara con la Macedonia (PalaRavizza, ore 18.30, diretta SkySportHD). Gli ultimi impegni dell’EuroBasket Women 2019 Qualifiers sono in programma a novembre, in Croazia e poi in casa con la Svezia. Le squadre già certe di giocare l’Europeo sono solo Serbia e Lettonia, i due Paesi ospitanti. In palio rimangono altri 14 posti: si qualificano le prime classificate degli otto gironi e le sei migliori seconde.

LA CRONACA – Crespi ha scelto per il quintetto di partenza Francesca Dotto, Sottana, Zandalasini, Cinili e Andre. La Svezia ha trovato il primo canestro con Zahui, poi miglior realizzatrice delle sue con 16 punti, ma è stato quello l’unico vantaggio della squadra di casa. Immediata infatti è arrivata la reazione delle Azzurre, con Andre e Zandalasini a ispirare il parziale di 21-4 che ci ha spinto a +15 sul finire del primo quarto.

Quando le percentuali di Zandalasini sono leggermente scese, è salita in cattedra Sottana con le triple di fila che ci hanno consentito di mantenere un’abbondante doppia cifra di vantaggio fino all’intervallo lungo (19-33).

Al rientro in campo il calorosissimo pubblico di Boras ha provato a svegliare le gialloblu ma la difesa dell’Italia è rimasta attenta, concentrata, inesorabile. La Svezia ha provato ad aumentare intensità e pressione a tutto campo ma dopo essere tornate a -10 (27-37) le padrone di casa hanno dovuto arrendersi agli 8 punti consecutivi di Francesca Dotto (due triple) e poi a una Sottana incontenibile (29-47). Dopo un primo quarto nel quale avevano segnato solo Zandalasini, Sottana e Andre, le Azzurre si sono progressivamente sciolte anche in attacco chiudendo la gara con i canestri in serie di Cinili, Crippa e Caterina Dotto (43-64).

E’ finita senza alcun tipo di sofferenza per la panchina Azzurra e col pubblico di casa a tributare il dovuto applauso all’Italia, protagonista di una prova di altissimo livello nelle due metà campo. Mercoledì si riparte, contro la Macedonia che stasera affronta la Croazia in casa: l’EuroBasket Women 2019 è meno lontano ma è ancora tutto da conquistare.

Svezia-Italia 47-69 (12-21; 7-12; 14-16; 14-20)
Svezia: Abdi 3 (0/3, 1/2), Fontaine 8 (3/4), Loyd (0/3, 0/1), Eldebrink F. 5 (1/7, 1/4), Lundqvist 2 (1/4), Nystrom ne, Eldebrink E. 6 (3/6, 0/1), Hamilton Carter ne, Barthold 4 (2/2), Drammeh 2 (1/2), Halvarsson 1, Zahui 16 (5/12, 0/1). All: F. Gomez.
Italia: Consolini ne, Filippi (0/3 da 3), Sottana 22 (3/10, 4/6), Zandalasini 19 (8/17 0/4), Dotto F. 11 (2/7, 2/4), Masciadri ne, Crippa 2 (1/1, 0/1), Dotto C. 2 (1/2), Ercoli ne, Nicolodi, Cinili 5 (1/4, 1/2), Andre 8 (4/5). All: M. Crespi.
Arbitri: Malejek, Proc, Hilke.
Tiri da due Sve 16/43, Ita 20/46; Tiri da tre Sve 2/9, Ita 7/20; Tiri liberi Sve 9/14, Ita 8/8. Rimbalzi Sve 37 (Zahui 9), Ita 39 (Andre 9). Assist Sve 15 (F. Eldebrink 5, E. Eldebrink 5), Ita 14 (Dotto 4).
Note: Uscita per 5 falli Andre.
Spettatori: 3.000

Fonte: ufficio stampa FIP

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.