Le pagelle del derby: un JJJ straripante non basta, McLean e Lafayette inarrestabili

Pagelle Serie A

Acqua Vitasnella Cantù

hodge cantù

Walter Hodge 6,5: Parte in modo incredibile e sembra poter vincere la partita da solo. 12 punti nei primi 6′ annichiliscono Milano, dal primo errore al tiro cala molto, chiudendo con 16 punti. E’ comunque prezioso in difesa e distribuisce 5 assist.

Brady Heslip 5: E’ il miglior marcatore di Cantù ma nel derby quasi non mette mano. Il tiratore canadese non entra mai in partita, chiudendo con appena 6 punti e molti errori dall’arco, che sarebbe la sua specialità.

LaQuinton Ross 5: Non è così che si guadagnerà più minuti, che si ridurranno inevitabilmente con l’arrivo di Johnson. L’ex Pesaro rimane sul parquet 22′, ma non si fa notare.

Awudu Abass 5: Il capitano canturino era tra i giocatori più attesi del derby, ma non incide, trovando il primo punto solo dalla lunetta alla fine del secondo periodo. In tutto segna 4 punti, troppo poco. Perde anche una palla importante nel finale con l’infrazione di passi in partenza che mette la parola fine sul match.

Jakub Wojciechovski 5,5: Corbani lo inserisce quando ha bisogno di centimetri, lui non fa una grande differenza.

Luca Cesana sv: Solo 2′ in campo per il giovane.

JaJuan Johnson 8: Probabilmente il migliore in campo. Era il giocatore più atteso dopo il polverone dell’ultima settimana intorno al suo tesseramento. Segna 28 punti con 7 rimbalzi, 11/12 da due e 2/5 da tre. Completo, dominante, i lunghi di Milano non si sono mai raccapezzati su come fermarlo.

Amedeo Tessitori 5: Gioca poco, ma in quei minuti viene messo sotto da McLean.

Jared Berggren 6: Parte forte, segna due canestri, stoppa, ma poi qualche fallo di troppo e la crescita di McLean e Barac lo fanno uscire dalla partita.

Fabio Corbani 6: Gioca molto col quintetto alto, scelta che paga fino ad un certo punto. Le rotazioni a sua disposizione, nonostante gli arrivi di Hodge e Johnson, sono quelle che sono e non possono essere paragonate a quelle di Milano. Non trova risposte in Ross e Heslip come probabilmente avrebbe sperato viste le assenze di Hasbrouck e Hall.

 

EA7 Olimpia Milano

simon cinciarini milano

Oliver Lafayette 7,5: Sale in cattedra nel secondo tempo, nel finale con due triple decide la partita. E pensare che fino a due settimane fa era in discussione… Ora è l’uomo-derby, alla fine sono 18 punti.

Andrea Cinciarini 6,5: Un’altra prestazione positiva per l’italiano, che sembra finalmente ritrovato. Non segna tanto e non deve farlo, ma fa circolare bene la palla.

Bruno Cerella 6,5: Entra dopo che Hodge mette in crisi Milano nel primo quarto. Porta la solita difesa e qualche canestro più del solito, terminando con 8 punti.

Charles Jenkins 6: Difesa arcigna per l’ex Golden State Warriors. Come al solito qualche fallo di troppo, dovuto alla foga che ci mette nella propria metà campo. Ad inizio terzo quarto apre con 4 punti di fila, gli unici della sua partita.

Stanko Barac 5,5: Non convince appieno. Non soffre più di tanto, ma spesso sembra troppo soft sotto le plance.

Robbie Hummel 6,5: Fa l’essenziale, si prende pochi tiri ma li manda quasi tutti a segno.

Krunoslav Simon 6: Non disputa una gran partita nonostante le cifre, che parlano di 11 punti, 5 assist e 5 rimbalzi. Parte in quintetto vista l’assenza di Gentile, ma si intestardisce nel tiro da tre punti, che entra solo nel finale. Importante una tripla che vale il sorpasso decisivo dei meneghini nel quarto quarto.

Jamel McLean 7,5: Insieme a Lafayette è il mattatore di Cantù. Zittisce il Pianella a suon di canestri e rimbalzi, facendo soffrire parecchio Berggren e Tessitori quando provano a marcarlo. Alla fine segna 15 punti con 9 rimbalzi, di cui ben 5 in attacco. La sua schiacciata nel finale mette il punto esclamativo sulla vittoria dell’Olimpia.

Jasmin Repesa 6,5: Riesce a sopperire alla mancanza di Gentile e a vincere il derby, scacciando i fantasmi delle ultime settimane. Milano è ufficialmente fuori dalla crisi e lui è di nuovo saldo al timone del proprio veliero.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.