Le pagelle di Milano: stecca Jerrells, non bastano Micov e Gudaitis

Coppe Europee Eurolega Home

Milano ha perso ancora nei minuti finali. Queste sono le pagelle e valutazioni degli uomini di Pianigiani, al quale spetta l’insufficienza più grave della giornata.

AX EXCHANGE MILANO: 

Micov 7: si è caricato la squadra sulle spalle e per questione di dettagli, non tutti dipendenti dalla sua volontà, non è riuscito nella missione di portarla alla vittoria. Gioca un match di qualità e testa, col piccolo peccato di un libero sbagliato che forse poteva far stare più sereni alla fine.  Il problema però è che un giorno la squadra sembra sua, un’altra volta di Jerrells, un’altra ancora di Theodore o Goudelock. Ma quando lo sarà di tutti questi giocatori contemporaneamente? L’armonia dell’orchestra è ancora lontana dall’essere trovata.

Kalnietis 5,5: una partita abbastanza opaca, senza guizzi e con un po’ di sterilità offensiva. Nel finale sembra però accendersi con una tripla vitale e anche una giocata ottima su Dragic in difesa. Tentativi vani.

Pascolo SV: due rimbalzi, una persa e due falli commessi in poco più di due minuti di gioco. Non è un gran biglietto da visita, ma non si può nemmeno valutarlo in così poco tempo. La sensazione è che Pianigiani non lo stia ancora valorizzarlo a dovere.

 

Tarczewski 5,5: aveva iniziato benissimo cancellando Stimac con due poderose stoppate e un buon lavoro a rimbalzo e nel pitturato. Peccato che pian piano scompaia dalla scena per problemi di falli e un Gudaitis in maggiore spolvero. Non lascia più traccia. Stimac si prende un’abbondante vendetta nei suoi riguardi.

Theodore 6,5: i cinque falli  commessi a più di 4 minuti dalla fine sono un macigno sulle aspirazioni di Milano, ma l’americano ha sempre il merito di comportarsi più che discretamente quando si trova sul parquet. Il più affidabile dei piccoletti in biancorosso.

M’baye 5: la sciocchezza finale sul gioco da tre punti di Stimac costa cara. Sin lì si era ben comportato difensivamente, ma in attacco sta vivendo una fase confusa. Infila una tripla nell’ultimo periodo, ma si percepisce la mancanza di fiducia nell’attaccare il canestro avversario. Un po’ troppo in campo?

Jefferson 6: continua a mostrare segnali di redenzione, ma probabilmente Piangiani non conserva molta fiducia in lui. Passa molta parte del secondo tempo in panca nonostante M’baye in campo non faccia moltissimo per rendersi memorabile.

Gudaitis 6,5: era in dubbio, ma la sua solidità non lo è più. Solita prestazione ricca di certezze, dai punti fino alle cose più atletiche e intelligenti, dalle  stoppate da poster fino a un paio di recuperi potenzialmente decisivi nel finale. Un gran lavoro che però non ha condotto ancora una volta a nulla

Bertans 5,5: non ruba l’occhio nei minuti in cui scende in campo, ma si sarebbe meritato almeno una possibilità nella fase calda della partita. Così è difficile poter recitare un ruolo fondamentale nella squadra.

Jerrells 4,5: la tripla finale è stata una forzatura che è stato quasi costretto a prendersi, ma risulta essere la sintesi perfetta della sua partita: vorrei ma non posso. Non vede mai il canestro e, dopo gli exploit successivi al suo arrivo, sembra essere in una netta fase di calo.

Allenatore, Pianigiani 4,5: se la propria squadra arriva a perdere l’ennesima partita punto a punto nelle battute finali, ogni allenatore deve farsi un esame di coscienza. Getta al mare l’ennesima occasione di risalire la classifica, organizzando male gli attacchi finali e gestendo male gli uomini in rotazione. Bertans tutto quel tempo in panchina per lasciar campo a un Jerrells deleterio è peccato mortale, anche gli italiani e Jefferson hanno forse fatto troppa muffa in panchina.

ANADOLU EFES ISTNABUL:

Ledo 5, McCollum 7, Batuk SV,  Motum 6,5, Adams 5,5, Stimac 8, Dragic 6,5, Dunston 5, Simon 5, Allenatore, Perasovic: 6,5

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.