Le pagelle di Alba Berlino-Olimpia Milano: Nedovic e Scola sono decisivi, per Gudaitis un netto passo indietro

Coppe Europee Eurolega Home

OLIMPIA MILANO

A. Della Valle 5,5: Non ripete l’exploit di venerdì col Fener, ma fa un lavoro ordinato sbattendosi in difesa e mettendo una tripla fondamentale nel secondo quarto sbloccando il digiuno dei suoi. Però poi appare un pò fuori dal gioco, e difatti la scena se la prendono altri.

V. Micov 6,5: Assente per circa 27′, decide di iniziare a giocare e vincerla quando conta; non gli fischiano niente, ma Vlado se ne sbatte e grazie al suo talento clamoroso mette quei 2-3 canestri che girano l’inerzia del match.

P. Biligha s.v.

A. Gudaitis 5: Un passo indietro netto rispetto a Venerdì, appare poco presente nel match, fatta eccezione per il 2+1 del 3°periodo. La forma ovviamente non è ancora la migliore, adagio adagio Arturas arriverà.

R. Moraschini 6,5: In soli 7 minuti sul parquet non si prende conclusioni, ma cattura 3 rimbalzi, fornisce un assist ed effettua quello splendido tuffo con recupero che è la giocata più bella del match.

M. Roll 6: Nei primi 19 minuti è un disastro, totalmente spaesato e fuori dal match. Poi trova un canestro bellissimo sul finire del secondo periodo, e nel terzo quarto le sue bombe rimettono in parità Milano, riportando così in positivo anche la sua prestazione; di sicuro lo abbiamo visto però in vesti migliori.

S. Rodriguez 6,5: Non ci si lasci ingannare dalle cifre, è il top scorer del match, mette i liberi della sicurezza nell’ultimo minuto, ma non è stata la miglior versione del Chacho, soprattutto nello scellerato secondo quarto in cui perde addirittura 5 palloni. Però poi leggi 17 punti, 4 rimbalzi e 4 assist e capisci perchè è un giocatore di caratura così importante.

K. Tarczewski 6,5: Stavolta la scena dei lunghi se la prende lui, 9 rimbalzi catturati in mezzo ai giganti tedeschi dimostrano come sia stato presente per tutto il match. E anche stasera un canestro piazzato dai 4 metri, che se inizia a trovare continuità può diventare un’arma in più nel suo bagaglio.

N. Nedovic 7: Finalmente Nemanja dicono i tifosi biancorossi! Nel primo tempo segue tutta l’inerzia orribile della squadra, poi a cavallo tra terzo e quarto periodo si ricorda che è un giocatore di primissimo livello, partendo dalla bomba del 53-50 con cui chiude il 3°quarto. E prosegue ancora, infilando 4 bombe che spaccano il match. Ritrovato, la speranza ora è che duri.

A. Cinciarini 6,5: 9 minuti molto positivi conditi anche da una tripla fondamentale sul meno 6. Gestisce beneScola la palla, è ordinato e fa girare la squadra come Messina gli chiede.

A. White s.v.: Entra e spara subito una bomba, cattura un rimbalzo e poi non vede più il campo. Che è ai margini ormai sembra si sia capito, però forse oggi meritava qualcosa di più.

L. Scola 7: Se Milano non sprofonda nel primo tempo lo deve al suo quasi 40enne, che è una continua minaccia nel pitturato mandando in crisi i lunghi avversari. Nel finale i canestri li mettono gli altri, ma a fine gara ha ancora la forza di lottare a rimbalzo e chiudere con 14 punti, 6 palloni catturati e 3 assist. Talento puro, niente da aggiungere.

All. Messina 6,5: Milano infila la quarta vittoria consecutiva in Europa, la terza in cinque giorni e come con Roma dopo 20′ da mani nei capelli, trova un secondo tempo molto positivo, condito da 55 punti segnati, trovando ancora una volta la chiave con Micov da 4 nei minuti in cui la palla scotta. Sicuramente  giocare ogni 48 ore non aiuta, ora ha un giorno in più di riposo per preparare la sfida al Barcellona capolista in un Forum che si spera sarà infuocato come non mai.

 

ALBA BERLINO: M. Makai s.v, P. Siva 7, N. Giffey 5, J. Mattisseck 6, T. Schneider 5,5, M. Hermannsson 6,5, K. Ogbe 6, R. Giedraitis 7,5, J. Thiemann 6,5, T. Cavanaugh 6, L. Nnoko 4,5, L. Sikma 7

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.