virtus bologna

Le pagelle di Fortitudo-Virtus: Gamble e Pajola decisivi; Fantinelli migliore dei suoi

Home Pagelle Serie A

Il primo “derby di Basket City” della stagione va alla Virtus Segafredo Bologna che ha sconfitto la Fortitudo 87-73 rimontando uno svantaggio in doppia cifra grazie al parziale di 31-11 piazzato nel terzo quarto.

Fortitudo Banca di Cambiano Bologna:

Adrian Banks 6.5: è sempre una garanzia, specialmenten in attacco. In palla soprattutto nel primo tempo in cui segna 13 dei suoi 16 punti.

Matteo Fantinelli 7.5: di gran lunga il migliore dei suoi. Chiude con 13 punti e 8 assist mettendo in ritmo i compagni, in particolar modo nella prima parte di gara. In crescita anche in fase realizzativa dove sembra prendersi maggiori responsabilità.

Pietro Aradori 6.5: Chiude con 14 punti e si prende tante iniziative senza paura e senza soffrire eccessivamente. Per lui anche 8 rimbalzi.

Todd Whiters 6: parte forte e poi viene un po’ limitato dai falli. Il suo però lo fa, mostrando importanti doti atletiche e anche potenzialità dalla lunga nonostante qualche errore di troppo.

Ethan Happ 5.5: non è ancora in forma e fa vedere lampi della sua classe cristallina solo ad intermittenza. Anche per lui qualche problema di gestione dei falli.

Tre’Shaun Fletcher 4: da lui ci si aspetta molto di più soprattutto offensivamente e nello specifico nel tiro da fuori (0/4 da tre stasera).

Mattia Palumbo 5.5: la faccia tosta non gli manca ma deve riuscire ad essere più incisivo in fase realizzativa.

Leonardo Totè 5: in crescita ma non fa vedere ancora ciò di cui potrebbe essere capace. Da lui ci si aspetta un apporto maggiore sotto le plance.

Simon SV

Dellosto SV

 

Virtus Segafredo Bologna:

Amedeo Tessitori 5.5: gioca solo 10’ in cui porta a casa 4 punti ma nessun rimbalzo.

Josh Adams 5: forse il peggiore tra i bianconeri. Ancora in ritardo di condizione. Non riesce a sprigionare il suo potenziale atletico.

Amar Alibegovic 6.5: più che positivo il suo primo derby di Bologna e anche in famiglia visti gli importanti trascorsi fortitudini del padre. Sostanza ed energia pura.

Kyle Weems 6: non ripete la prestazione del derby natalizio ma cresce alla distanza e dà una mano importante ai suoi.

Stefan Markovic 6: serata di pura amministrazione per lui che alla fine mette una tripla molto pesante.

Vince Hunter 6: tanta energia nel pitturato e lavoro sporco che le cifre non raccontano appieno.

Awudu Abass 5: parte bene ma poi si perde.

Milos Teodosic 6.5: lampi di classe pura pur senza affondare pienamente il piede sull’acceleratore.

Giampaolo Ricci 6.5: mai sopra le righe ma sempre molto prezioso.

Alessandro Pajola 8: è l’anima della rimonta bianconera nel terzo quarto, grazie alla sua grinta. Mette anche canestri importanti.

Julian Gamble 8: vince il duello a distanza con Happ dominando nel pitturato. Per lui, che battibecca anche con il pubblico rischiando il tecnico, doppia doppia di grande sostanza.

Lorenzo Deri SV.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.