Le pagelle di Grissin Bon-Reyer: bene Peric e Haynes, oltre i Wright e White il deserto

Home Pagelle Serie A

Grissin Bon Reggio Emilia: 

Julian Wright: uno dei migliori tra i reggiani, non soltanto per i 20 punti messi a referto ma anche per la massiccia quantità di rimbalzi strappati (ben 15). Se reggio avesse vinto sicuramente sarebbe stato lui l’MVP della serata. Voto: 8

Federico Bonacini: N.E.

Leonardo Candi: si nota per alcune buone giocate difensive a cui ci sta abituando e per un tiro dalla lunga distanza realizzato grazie alla tabella. Per il resto 3 assist e poco altro. Voto: 5,5

James White: altro giocatore chiave della partita di stasera. The Flight mette a referto 21 punti, tirando con il 7/10 dal campo, e 6 rimbalzi. Non sufficiente per portare a casa la vittoria. Voto: 7,5

Manuchar Markoishvili: deludente rispetto alle ultime prestazioni. Menetti lo ha preferito a Jalen Reynolds, ma Manuchar non si fa trovare pronto per la partita. A questa Grissin Bon serve il suo contributo per poter sperare in un sogno playoff che continua ad allontanarsi. Voto: 4,5

Chris Wright: si sta prendendo la squadra sulle spalle da qualche settimana e se dovesse continuare cosi anche dopo il rientro di Della Valle, per Reggio sarà forse più semplice strappare il biglietto dei playoff. A referto mette 24 punti, 4 assist e 5 rimbalzi. Voto: 7,5

Alessandro Cipolla: N.E.

Riccardo Cervi: si mette in mostra in un paio di occasioni nel terzo quarto. Vede poco il campo a causa della grande prestazione di Julian Wright. Voto: 5,5

Garrett Nevels: troppo poco 1 assist in 17 minuti di gioco. Vista l’assenza di Llompart si sperava che potesse dare il contributo in cabina di regia a C. Wright. Voto: 4

Niccolò De Vico: dopo la grande prestazione contro Brescia, Menetti gli da fiducia ma chiude la partita con solo una stoppata. Troppo poco per aver giocato 24 minuti. Qualche colpa nel finale dove decide di non sprecare un fallo. Voto: 4

Coach Menetti: all’inizio si pensava avesse fatto bene a preferire Markoishvili a Reynolds. Difficile imputare grandi colpe a Menetti. Da evitare altri passi falsi per restare in scia playoff, altrimenti potrebbe chiudersi una stagione deludente in campionato. Voto: 5

 

Umana Reyer Venezia:

MarQuez Haynes: uno dei migliori di De Raffaele, da crederci fino all’inizio di gara. Finisce la sua partita tirando con il 44% da tre (4/9). Mette a referto 18 punti e serve 3 assist. Voto: 7,5

Hrvoje Peric: esce dalla sordina nel quarto finale. Da l’energia giusta ai veneziani e i suoi 18 punti aiutano a portare a casa la vittoria. Uomo partita. Voto: 8

Dominique Johnson: parte bene con una tripla, ma dopo non si vede quasi più lasciando spazio ai compagni. Voto: 6,5

Edgar Sosa: l’ex Dinamo Sassari, deve ancora in sintonia con i nuovi compagni. Quasi nulla la sua partita ma siamo sicuri che quando avrà ingranato bene potrà essere l’uomo in più di questa Reyer. Voto: 5

Stefano Tonut: recupera dei bei palloni nel secondo quarto. Nonostante i soli 5 punti, mette a referto anche 9 rimbalzi e 3 assist. Voto: 6

Austin Daye: assente per i primi due quarti, si fa perdonare nel terzo periodo quando mette 9 punti consecutivi. E’ anche merito suo se Venezia è riuscita a ritornare in gara. Voto: 7

Andrea De Nicolao: si vede poco in campo l’ex di questa partita. Solo 2 punti per lui e veramente poco altro. Voto: 4,5

Riccardo Bolpin: N.E.

Tomas Ress: N.E.

Paul Stephan Biligha: anche lui vede poco il paqruet. Perde i duelli contro Cervi e Wright, che però non sempre riescono a finalizzare. Voto: 4,5

Bruno Cerella: grande intensità difensiva, ma invisibile in attacco. E’ chiaro che il suo ruolo in questa squadra è quello di essere un giocatore a livello difensivo molto valido ed affidabile e De Raffaele non gli chiede niente di più. Voto: 5,5

Mitchell Watt: anche per lui pochi minuti di gioco. Da ricordare in negativo per il fallo pericoloso su Julian Wright nel secondo quarto. Voto: 5

Coach De Raffaele: ormai sicuro dei playoff, lascia i suoi giocare senza grandi preoccupazioni. Bravo a prendere le redini in mano sul finale quando grazie a qualche scelta tecnica azzeccata riesce a portarsi a casa la partita. Voto: 7

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.