Le pagelle di Real Madrid-Milano: non basta all’Olimpia un James in formato MVP, il Real rimonta e stende l’AX

Coppe Europee Eurolega Home

Gara al cardiopalma quella andata in scena tra i blancos del Real Madrid e le scarpette rosse dell’AX Armani Exchange Olimpia Milano: gli uomini di coach Laso si aggiudicano la vittoria con il punteggio di 92-89 dopo essere stati anche sotto di 18 punti nel primo tempo. Non bastano a Milano i 35 punti di un clamoroso Mike James.

Di seguito ecco le nostre pagelle dell’incontro:

AX ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO

DELLA VALLE NE

JAMES 9: senza dubbio la migliore partita in maglia Olimpia, gioca 36 minuti nei quali è in grado di mandare a referto 35 punti, 8 rimbalzi, 3 assist con 7/9 da due, 4/9 da tre, 9/9 dalla lunetta e 37 di valutazione. Bruciano le 6 palle perse totali, due delle quali negli ultimi minuti di gioco per via dell’asfissiante difesa di Campazzo.

MICOV 6: partita ordinata per il professore, Pianigiani lo utilizza meno del solito (21 minuti) per dare più spazio a Nunnally nello spot di ala piccola. Per il serbo 8 punti.

TARCZEWSKI 6.5: sotto i tabelloni è vera battaglia con Tavares, e l’ex Arizona non sfigura praticamente mai. Purtroppo la terna arbitrale lo punisce in varie (discutibili) occasioni; i problemi di falli lo costringono a giocare “soli” 20 minuti.

NEDOVIC 7: se nel primo periodo James è stato il robus della difesa madrilena (17 punti), il serbo ex Malaga lo è stato nel secondo: Nedovic piazza canestri su canestri e trascina Milano al massimo vantaggio (+18), due falli in un amen (di cui uno un tecnico) lo tolgono dalla gara, rientrerà nel terzo periodo per continuare da dove aveva lasciato. Peccato per la scelta di tiro finale, se il tiro fosse stato più ragionato, o se la palla l’avesse avuta in mano James, forse ora staremmo parlando di un’altra partita.

KUZMINSKAS 6: 7 punti in 16 minuti, tutti dalla lunetta. E’ bravo a tenere lì l’Olimpia nel secondo quarto quando i suoi non segnano praticamente mai, peccato che in una partita serva anche difendere..e andare a rimbalzo.

CINCIARINI NE

NUNNALLY 7.5: è il secondo giocatore più utilizzato di serata (33 minuti), l’ex Fenerbahce produce 16 punti con 4/6 da oltre l’arco, rivedibile in difesa ma una sentenza in attacco. Un paio di sue bombe permettono a Milano di rientrare in gara quando tutto sembrava finito.

BURNS NE

BROOKS 6: come al solito gara dalle due facce, in difesa è spesso e volentieri eccellente (ed essenziale), al contrario, assente in attacco.

JERRELLS SV: 8 minuti di nulla assoluto.

OMIC 5: a volte ci si chiede realmente cosa ci faccia in campo a questi livelli, appoggi sbagliati da 0 metri e palle non trattenute a rimbalzo.

PIANIGIANI 7: partita giocata e gestita nel modo giusto, è vero, se in squadra hai uno che porta il nome e cognome di Mike James allora tutto è più facile, ma bisogna pur sempre arrivare a giocarsela sul campo del Real Madrid, e Milano questa sera ce l’ha fatta (anche penalizzata da un arbitraggio “leggermente” in favore dei blancos). L’Olimpia, trascinata dai suoi leader, dimostra ancora una volta di avere tutte le qualità per poter arrivare fino in fondo: ora l’AX attende il Panathinaikos e il Fenerbahce in due sfide fondamentali per la corsa ai playoff.

REAL MADRID: Causeur 5, Randolph 6.5, Fernandez 6, Campazzo 7, Reyes 6, Ayon 6.5, Carroll 6.5, Tavares 6.5, Llull 7, Deck 5.5, Thompkins 6.5, Taylor 6

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.