Le pagelle di Real – Olimpia: Campazzo è uno spettacolo, Micov da solo non può bastare

Coppe Europee Eurolega

OLIMPIA MILANO

S. Mack 4,5: Nel primo tempo non fa male, qualche bella giocata sia dietro che davanti, poi nella ripresa crolla, Campazzo lo umilia e anche in attacco ogni scelta è un errore. Sempre un passo indietro, mai un cambio di ritmo, niente.

V. Micov 8: Predica nel deserto, un primo tempo sontuoso, magistrale, da fenomeno vero. Nella ripresa come tutta Milano cala, ma i canestri della speranza portano la sua firma, come sempre l’ultimo a mollare. 22 punti alla fine, che non son serviti a nulla.

P. Biligha s.v

A. Gudaitis 4,5: Non ci si lasci ingannare dalle cifre, 9 punti e 6 rimbalzi non giustificano una partita di un Arturas irriconoscibile; ok i vari infortuni, ma il centro dominante che tutti abbiamo conosciuto non è questo. Deck, Tavares e nel finale Mickey fan quello che vogliono, e il lituano paga dazio ogni volta.

R. Moraschini 5: 10 minuti quando la gara si spezza, sicuramente non ha il passo per gare di questo tipo, ma non fa niente anche per provare a mostrare qualcosa. Abulico, molle, e sovrastato dai blancos a ripetizione.

M. Roll 5: Se anche lui stecca allora per Milano si fa davvero dura, tira con 2/8 dal campo e sbaglia un paio di triple fondamentali comode per lui, dietro subisce la fisicità delle ali madrilene ed è notte fonda.

S. Rodriguez 5: Il grande ex di giornata stecca totalmente il match; Chacho nel primo tempo trova un paio di canestri d’autore ma soffre la difesa del Real. La ripresa è semplicemente un incubo, nessun punto a referto, niente assist, irriconoscibile. E se anche lui manca a Milano…

K. Tarczewski 6,5: Finalmente una nota positiva dal centro statunitense, un ottimo primo tempo dove è il solo a lottare sotto le plance, e nel secondo tempo prova a far quel che può e forse è l’unico a non demeritare. Chiude con 8 punti e 8 rimbalzi ma non bastano.

A. Cinciarini 5,5: Parte bene, nei primi 5 minuti Campazzo paradossalmente combina poco con lui in marcatura; poi lascia il campo agli altri, e quando rientra viene risucchiato dalle difficoltà dei biancorossi.

C. Burns 6,5: La sorpresa di giornata, lanciato in quintetto si fa valere in fase difensiva, lotta e fa quel che può. Di sicuro a uno che non gioca mai oltre non si poteva chiedere.

J. Brooks 5,5: Troppo alterno, fa molto bene a rimbalzo con 9 palloni catturati, si perde però Randolph per un paio di triple terrificanti e non vede mai il canestro.

L. Scola 6,5: Siamo alle solite, un 40enne che fin che può trascina i suoi, nel 3°quarto ha sprazzi di dominio pazzesco che tengono Milano avanti; poi il fiato chiama, lui esce e la luce si spegne e quando rientra è già notte fonda per l’Olimpia.

All, Messina 5,5: Il quintetto anomalo spiazza il Real, Milano anche grazie alle sue scelte gioca 25 minuti ottimi, controllando anche su un Real quasi passivo. Poi le scelte a partita in corso non aiutano, i madrileni iniziano a giocare più seriamente e per l’ennesima volta nella ripresa i suoi spariscono dal campo. Siamo a 5 di fila, la classifica ora si fa preoccupante e giovedì è già un bivio non indifferente.

 

REAL MADRID: Caseur 4,5, Randolph 7,5, Rudy 6, Campazzo 9, Laprovittola 6,5, Deck 7, Carroll 5, Tavares 6,5, Mickey 7,5, Thompkins 5, Taylor 5,5, Mejri 6 All. Laso 7

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.