LeBron James elogia Damian Lillard: “È una superstar”

Home NBA News

Da quando è entrato nella lega con la chiamata numero sei del draft dell’ormai lontano 2012, Damian Lillard si è sempre fatto apprezzare per la capacità di segnare e per la sua mentalità vincente. I primi riconoscimenti per il nativo di Oakland non sono tardati ad arrivare: dopo una prima regular season da 19 punti, 6.5 assist e 3.1 rimbalzi di media, Lillard ha messo in bacheca il premio di Rookie of the Year battendo avversari molto più quotati di lui alla Draft Combine.

Dalla sua prima stagione, Lillard è sempre cresciuto come giocatore, diventando il leader dei Portland Trail Blazers, che ha guidato già due volte al secondo turno dei playoffs (2013/14 e 2015/16). Rimangono epici alcuni dei suoi buzzer beater, che hanno creato il fenomeno del “Lillard Time”, ovvero il periodo clutch delle partite, in cui Lillard prende in mano le redini della squadra e segna canestri decisivi.

Tuttavia, soprattutto nelle ultime due stagioni, si è discusso parecchio dei riconoscimenti personali di Lillard, soprattutto riguardo al suo stato di All-Star. Lillard ha partecipato “solo” tre volte alla partita delle stelle, la maggior parte delle quali grazie alle scelte dei coach o subentrando per l’infortunio di uno dei titolari. Alcune dichiarazioni di Lillard, stizzito per non essere stato votato dai fan all’ultimo All Star Game, hanno gettato benzina sul fuoco. C’è chi pensa che Dame non sia allo stesso livello dei top di lega e c’è invece chi sostiene che il numero 0 di Portland paghi la scarsa copertura televisiva delle partite dei Trail Blazers.

Dopo l’ennesima regular season comunque di alto livello, tuttavia, sembra che Lillard voglia di nuovo dimostrare il proprio valore agli scettici. Dopo la pausa per l’All Star Game, Dame si è caricato il team sulle spalle, conducendo i Trail Blazers all’inaspettato terzo posto ad Ovest. In questo ultimo mese e mezzo, Lillard sta viaggiando a 31.2 punti, 6.2 assist e 4.3 rimbalzi di media. Il riconoscimento tanto atteso dal 27enne di Oakland è arrivato, finalmente, nella notte, quando LeBron James ha dichiarato, senza esitare un istante:

“Damian Lillard è assolutamente una superstar in questa Lega, non c’è dubbio.”

Siamo certi che per quanto apprezzate, le parole di James non rappresentino un traguardo per l’ambizioso playmaker dei Blazers, che non ha mai nascosto di puntare alla vittoria del titolo.

  •  
  •  
  •  

1 thought on “LeBron James elogia Damian Lillard: “È una superstar”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.