LeBron James replica alle critiche raffermando la sua posizione

Home NBA News

La posizione di LeBron James riguardo la guerra fredda tra la NBA e la Cina ha fatto molto discutere: la stella dei Lakers ha contestato l’ormai famoso tweet di Daryl Morey, sostenendo che il gm degli Houston Rockets avrebbe potuto evitare di pubblicarlo.

A margine dell’ultimo allenamento dei Lakers, James è stato ancora una volta interrogato sulla questione, e ha voluto mettere la parola fine alle polemiche, sostenendo di non volerne parlare più: “E’ una situazione complicata in cui ci troviamo tutti ora, tutti siamo coinvolti, giocatori, proprietari, coach e addetti ai lavori. Penso che quando una questione del genere salta fuori, se si è interessati nel dire la propria è giusto farlo. Ma penso anche che non tutti i problemi del mondo debbano essere i problemi di tutti, debbano coinvolgere tutti. Ci sono tante cose sbagliate che succedono negli Stati Uniti di cui nessuno parla. Io preferisco concentrami sulla mia comunità, negli ultimi due anni mi sono concentrato sulla mia scuola, dove aiuto i ragazzi in difficoltà a costruirsi un futuro e cerco di farmi prendere come modello di ispirazione per avere successo nella vita. Non parliamo abbastanza di queste storie, così come di altri problemi. Ci sono tanti problemi in tutto il mondo, se ci si sente in dovere di parlarne, lo si può fare, ma se non si hanno le giuste informazioni è meglio non parlarne, perchè ti metti in una posizione svantaggiosa. Ora penso solo a concentrarmi sui Lakers, ad aiutare la squadra a conquistare un anello, questo è il mio principale obiettivo ora. Sulla questione mi sono espresso ieri, ho risposto ad alcuni tweet per chiarire la mia posizione e ho intenzione di non parlarne più, perchè distoglierei l’attenzione da quello che sto cercando di fare con questa squadra“.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.