LeBron James: “Superare Jordan è il mio obiettivo personale”

NBA News

I paragoni nel basket lasciano il tempo che trovano, quando si parla di campioni assoluti le argomentazioni per le quali uno sarebbe meglio dell’altro sono diversi ed intercambiabili. Il discorso cambia quando una delle parti risponde al nome di Michael Jordan, indiscusso GOAT (Greatest Of All Time) per praticamente tutti.

Jordan è stato affiancato nel corso degli anni ad altri campionissimi di questo sport: a Kobe Bryant, per esempio, incredibilmente simile in alcune movenze e nel desiderio di vincere sempre. Oppure a LeBron James, equazione che ha fatto quasi sempre storcere il naso per via di alcune mancanze dal punto di vista psicologico che il nativo di Akron ha evidenziato lungo i primi anni della propria carriera. Ora, con la vittoria del terzo titolo, molte cose sembrano poter cambiare. Non solo James si è elevato in un Olimpo di questo sport, avendo trascinato la sua Cleveland alla vittoria nelle Finals contro i più quotati Golden State Warriors, partendo inoltre da una situazione di svantaggio per 3-1 nella serie, ma è ora molto più facilmente inseribile nel gruppetto di “leggende del Gioco”.

Lui ne è consapevole, come ha dichiarato alla Associated Press durante il Media Day dei Cavs: il desiderio è quello di raggiungere, anzi superare, MJ lassù, al vertice più alto della pallacanestro.

Superare Jordan? E’ il mio obiettivo personale. Non l’ho mai rivelato, ma voglio essere qualcosa di più che un grande giocatore. Penso che questo debba essere l’obiettivo di chiunque.

LeBron non ha mai dato troppo peso a simili paragoni, anche per evitare inutili polemiche, ma forte dell’impresa dello scorso Giugno si era già aperto a Sport Illustrated: “La mia motivazione è il fantasma che sto rincorrendo. Quel fantasma ha giocato a Chicago”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.