L’Efes ci prova ma Mike James è un fenomeno: il CSKA blocca la capolista

Coppe Europee Eurolega Home

ANADOLU EFES ISTANBUL – CSKA MOSCOW 80-81
(22-23/25-20/19-16/14-22)

Il CSKA Mosca blocca il ciclo di vittorie dell’Anadolu Efes, che si ferma a otto mantenendo comunque la testa della classifica. Mike James esce fuori prepotentemente da questa gara con una prestazione fenomenale.

Primo quarto a tinte maggiormente biancorosse alla Sinan Erdem Arena. Gli ospiti infatti comandano per buona parte dei minuti, affidati a un caldissimo Mike James (già a 11 punti) e ai centimetri di Hines e Voigtmann. I locali escono comunque bene grazie al talento di Shane Larkin ma solo nel finale riescono ad accorciare con decisione, grazie a una preghiera di Balbay da metàcampo sulla sirena (22-23). L’equilibrio regna sovrano nel secondo periodo, dove avviene il primo sorpasso Efes grazie agli 8 punti di Beaubois (con due triple) e all’estro di Sanli sul pitturato. I russi si perdono, vanno sotto di 8 lunghezze ma ritrovano il tiro con il solito James accompagnato da Voigtmann e Hilliard, autore del canestro che vale il -1. I padroni di casa chiudono comunque avanti ma con un vantaggio ristretto rispetto ai cinque minuti precedenti (47-43).
La bellissima gara ricomincia e a sorridere è ancora l’Efes, affidata a Kruno Simon nel momento no di Larkin. Grazie al serbo il vantaggio torna a superare i tre possessi e i turchi possono tornare a ragionare. Pleiss si accoda all’uomo del terzo quarto e segna per il massimo vantaggio di 11 punti, vantaggio che dura il tempo del 4-0 di controbreak CSKA che chiude il periodo e rimette il fiato sul collo della capolista (66-59). Nell’ultimo quarto un solo uomo si erge al comando: nel momento della rimonta dei campioni d’Europa, più volte imbeccata da Beaubois, Singleton e ancora Simon, esce fuori in tutto il suo talento Mike James, che, prima con un 2+1 e poi con una tripla in step-back, pareggia la disputa e favorisce il canestro di Hines, che riporta avanti il CSKA a 3 minuti dalla fine. Simon e un redivivo Larkin provano ancora a cambiare le sorti ma sempre James risponde presente. Nello scoppiettante finale, sull’80-79, l’ex Milano fa ancora la magata e mette il canestro che vale il vantaggio a 13” dalla sirena. L’azione risposta di Larkin non va; il CSKA blocca dopo 8 gare l’Efes e MJ si candida prepotentemente al secondo titolo di MVP del Round nella stessa settimana (80-81).

ANADOLU EFES ISTANBUL: Simon 21 – Larkin 18 – Beaubois 10

CSKA MOSCOW: James 28 – Hines 16 – Voigtmann 15

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.