L’Efes marchia il campo dell’Olimpia e si prende la gara nel quarto quarto

Coppe Europee Eurolega Home

A|X ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO – ANADOLU EFES ISTANBUL: 76-81

(17-16, 22-25, 21-21, 16-19)

L’Anadolu Efes si aggiudica una sfida combattuta fino agli ultimi istanti in ogni settore del campo. A fare la differenza nell’ultimo quarto di gioco è stata però la capacità dei turchi di trovare con più costanza la via del canestro ma soprattutto una migliore protezione del ferro. Con questa vittoria – prima sconfitta al Forum per l’Olimpia -, i turchi scavalcano i milanesi in testa alla classifica dell’Eurolega con 8 vittorie e sole 2 sconfitte. 

I primi punti della gara arrivano dal pitturato. Tibor Pleiss sblocca le marcature dell’Efes con quattro punti sotto i ferri e lancia un mini parziale di 2-7. Dall’altra parte si sveglia però anche l’Olimpia: la squadra di Messina accende i fuochi da oltre l’arco – a segno con Rodriguez, Roll, Brooks e Roll – per prendere il primo vantaggio sull’11-9. Attacca bene l’Armani Exchange ma sul versante difensivo fatica a limitare le seconde occasioni dell’Efes: i rimbalzi offensivi di Pleiss creano spunti per i compagni che scavalcano di nuovo Milano sul 12-16. Sul finire del primo parziale però Milano trova più costanza anche nella protezione del ferro con due stoppate di Paul Biligha e Jeff Brooks. 

A cavallo del primo e del secondo quarto, l’Olimpia preme sull’acceleratore e manda a segno tre bombe consecutive – due di Aaron White – per andare sul 25-19. Pronta la reazione dell’Anadolu che, nei primi istanti del secondo parziale, si crea bene il tiro da tre punti e fa altrettanto nell’avvicinamento al ferro. Così i padroni di casa si spengono e concedono un parziale di 14-3 agli ospiti firmato da Larkin, Beaubois e Sanli. Il time-out chiamato da Messina sprona i suoi a cambiare marcia. Così è: Micov, Roll e Tarczewski siglano un contro parziale di 11-3 con cui l’Armani Exchange si riprende la testa della gara 39-36 ma negli ultimi 30” i turchi insistono in area e tornano sopra sul 39-41. 

Inizio di secondo tempo simile a quello della partita. I turchi si prendono un piccolo vantaggio di 6 punti sempre attaccando l’area con Singleton e Pleiss, coach Messina interrompe il gioco e Milano ricomincia a giocare con un’altra faccia. Trova spesso e volentieri gli spunti giusti per arrivare sotto canestro grazie alla creatività del ‘Chacho’ e gode anche col tiro da tre punti. Mentre l’Efes corre e segna avvantaggiandosi dei punti di Larkin, Beaubois e Singleton ancora, una fiammata di Rodriguez, Brooks, Nedovic e Mack taglia il vantaggio a soli due punti sul 60-62. 

L’Armani Exchange barrica l’area e trova continuità in attacco con le penetrazioni di Shelvin Mack a cui vanno 6 punti consecutivi a cavallo di terza e quarta frazione, poi anche Micov offende con la tripla del sorpasso per il 66-64. Quarto quarto intenso all’interno dei pitturati da una parte e dall’altra: i turchi si prendono 4 punti dai tiri liberi e un paio di canestri in movimento mentre l’Olimpia è arrugginita nella manovra. Negli ultimi tre giri di orologio, si gioca tutto da fuori: tripla di Nedovic, Singleton risponde a tono e un 1/2 dai liberi e poi ancora Rodriguez per il 74-77. E’ Shane Larkin a decidere la gara negli ultimi 28”. Al Forum termina 76-81.

A|X Armani Exchange Olimpia Milano: Mack 8, Micov 10, Biligha 5, Moraschini NE, Roll 8 Rodriguez 11, Tarczewski 6, Nedovic 9, Cinciarini NE, White 8, Brooks 8, Scola 3;

Anadolu Efes Istanbul: Larkin 17, Beaubois 10, Singleton 11, Balbay 0, Gecim NE, Sanli 6, Tuncer NE, Pleiss 14, Micic 6, Anderson 3, Peters 8, Simon 6; 

Qui le statistiche della partita

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.