Legnano fallisce l’arrembaggio finale: gara 1 va a Verona

Serie A2 Recap

FCL CONTRACT LEGNANO – TEZENIS VERONA 85-87
(21-27/15-18/22-23/27-19)

Passa la Tezenis Verona nella prima sfida playoff contro la FCL Contract Legnano. Gli ospiti riescono ad espugnare il PalaBorsani dopo aver rischiato il tracollo nel finale. Super gara dei tre italiani Poletti, Amato e Udom ; dall’altra sono da segnalare le prestazioni ottime di Zanelli (32 pts, 8/12 da tre, 6 rimbalzi e 4 assist) e Mosley (doppia doppia da 16 pts e 13 r.)

Dopo un inizio molto equilibrato è la Scaligera ad andare avanti grazie alle due triple di Jones e ai punti di Poletti e Amato. Legnano cerca di rimanere incollata, ma i canestri di Greene e Udom danno ben 9 punti di distacco; Mosley e Toscano cercano di invertire la rotta nel finale ma alla sirena è sempre avanti Verona di ben due possessi (21-27). I padroni di casa provano ad andare all’inseguimento, contando sulla fisicità di Mosley e sulle bombe dall’arco; il risultato rimane però pressoché identico, con le squadre ancora divise da 6 punti. Poletti e Amato trascinano gli ospiti più volte fuori dalle grinfie di un super Mosley e, verso la sirena, sempre Verona prova ad allungare il passo, trovando dalle mani di Udom un rassicurante +10, che Tomasini riesce solo a scalfire di poco (36-45).

Zanelli, tra i protagonisti con 32 punti

Al ritorno nel parquet entrambe le compagini hanno le giuste motivazioni per giocare con decisione: Legnano per la rimonta, la Tezenis per l’accelerata decisiva. Va da sé che lo stesso tenore della gara si alza notevolmente, trasformandosi quasi in “un 3-point challenge”. Da una parte Zanelli, dall’altra Jones e Poletti, le compagini non riescono a sbloccare con decisione il risultato, proseguendo senza né sosta né sbagli. La forte stoccata è sicuramente quella gialloblu, con Amato e ancora Jones che trasformano il +10 in +13. Zanelli fa quel che può per rimettere in carreggiata i suoi, ma il largo vantaggio viene solo ricorretto con la tripla finale del numero 6 dei Knights (58-68). I lombardi provano il tutto per tutto e cercano di riaprirla approfittando del momento no degli avversari: Mosley, Toscano e Raivio mettono il fiato sul collo della Tezenis, a canestro solo con Greene; Amato prova ad allungare con i liberi, ma ancora Raivio mette a un solo possesso pieno i padroni di casa. Verona è in difficoltà, segna con il contagocce e rischia l’imbarcata, ma a faro della salvezza si mette Mattia Udom, autore della tripla che da ossigeno alla Scaligera in vista del rush finale. I Cavalieri le tentano tutte, segnano con l’intero quintetto in campo ma a sorridere, grazie anche alla freddezza ai liberi, sono i veneti. Zanelli mette il sigillo della sua splendida gara e rimanda tutto a mercoledì, giorno in cui Legnano potrà tornare a lottare (85-87).

FCL CONTRACT LEGNANO punti: Toscano 8 – Raivio 18 – Tomasini 5 – Zanelli 32 – Mosley 16 – Maiocco 2 – Pullazi 4 – Roveda 0 – Gazineo NE – Gastoldi NE – Tosi NE – Berra NE

TEZENIS VERONA punti: Jones 19 – Poletti 20 – Amato 22 (+8 a.) – Dieng 0 – Udom 12 – Ikangi 0 – Toté 2 – Palermo 2 – Greene 10

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.