Liga Endesa: Barcellona e Real tornano a vincere, cade Malaga, record per il Gran Canaria

Home

Rio Natura Monbus – UCAM Murcia 95 – 86

Il Rio Natura torna a vincere e lo fa ritrovando punti e muscoli sotto le plance. Guillen e Peterson, i sostituti naturali di Muscala e Junyent, ancora alle prese con una riabilitazione non rapidissima a trentotto anni, segnano la bellezza di 38 punti e rendono la vita impossibile ai lunghi ospiti. Se Murcia non soccombe subito lo deve alla soave prestazione di Davis e San Miguel (rispettivamente 25 e 21 punti). Con questa vittoria, il team galiziano si accomiata dal pubblico casalingo nel migliore dei modi, mentre Murcia tenterà di vincere l’ultimo incontro contro il ben più quotato CAI Saragozza.

MVP: Ricardo Guillen = Il giovane lungo spagnolo, per una volta, non fa rimpiangere i lunghi di inizio stagione dominando il pitturato con grande eleganza.

Rio Natura: Guillen 22, Peterson 16, Pumperla 12.
TL 32/35, T2 24/36, T3 5/17.
Rimbalzi: 29 (Guillen 5)
Assist: 20 (Luz 6)

Murcia: Davis 25, San Miguel 21, Kelati 14.
TL 13/21, T2 23/35, T3 9/34.
Rimbalzi: 33 (Ben Romdhane e Radovic 6)
Assist: 8 (San Miguel 4)

 

20131116cabezas
Carlos Cabezas, perfetto al tiro.

Baloncesto Fuenlabrada – CB Valladolid 91 – 81

Fuenlabrada vince l’ultima partita casalinga della propria stagione con una bella rimonta ai danni del Valladolid, che continua a convivere con il problema di durare solamente una metà di gioco. Anche in questa partita, infatti, gli ospiti si trovano in vantaggio alla fine del primo tempo, ma un Cabezas on-fire e il solido apporto di James Feldeine resuscitano una Fuenla abbastanza addormentata nella prima fase. Una volta completato il sorpasso, i padroni di casa controllano il risultato fino alla fine, senza lasciarsi impensierire troppo da un positivo Armon Johnson.

MVP: Carlos Cabezas = Il terzo violino dei “Big Three” di Fuenla gioca una partita perfetta: 19 punti e 100% al tiro, comprese le quattro triple che hanno ribaltato il risultato nel terzo quarto.

Fuenlabrada: Feldeine 24, Panko e Cabezas 19, Paunic, Arnold e Perez 6.
TL 9/10, T2 17/32, T3 16/31.
Rimbalzi: 30 (Vega 6)
Assist: 21 (Feldeine 7)

Valladolid: A.Johnson 23, Haritopoulos 17, Drenovac e Mack 11.
TL 10/13, T2 25/50, T3 7/18.
Rimbalzi: 35 (Haritopoulos 10)
Assist: 12 (A.Johnson 6)

 

Valencia Basket – La Bruixa d’Or 92 – 59

Valencia conquista la tredicesima vittoria consecutiva annientando La Bruixa d’Or già retrocessa, che ne approfitta per far esordire i propri giovani. Dopo un inizio tutto sommato equilibrato esplode tutta la forza fisica di Doellman, supportato dalla precisione clinica di Romain Sato. Per gli ospiti non c’è speranza al Pabellon Municipal Fuente San Luis e a nulla servono gli sforzi di un positivo Salva Arco. Il Valencia si prepara al meglio ai playoffs di Liga, dopo aver quasi pareggiato il record del Real Madid in regular season. La squadra di Perasovic, infatti, più al riparo dai riflettori rispetto ai Blancos, si trova al secondo posto con 30 partite vinte e solo tre sconfitte.

MVP: Romain Sato = L’ex-Siena tira con grande precisione dall’arco dei 6.75 m e chiude l’incontro con 17 punti ai quali vanno aggiunti 4 rimbalzi.

Valencia: Sato 17, Lucic 13, Doellman 12.
TL 16/20, T2 23/36, T3 10/21.
Rimbalzi: 34 (Aguilar 7)
Assist: 18 (Van Rossom e Lafayette 4)

La Bruixa d’Or: Arco 17, Asselin 14, Ljubicic 11.
TL 17/19, T2 15/33, T3 4/19.
Rimbalzi: 26 (Asselin 6)
Assist: 10 (Arco 4)

 

SEV_JOV (38).JPG
I festeggiamenti a Marcus Landry, autore del canestro della vittoria.

Cajasol Siviglia – Joventut de Badalona 83-81

Partita molto combattuta a Siviglia, dove i padroni di casa la spuntano solo nel finale sul Badalona con 24 punti in 27 minuti di Scott Bamforth. Dopo essere rimasto incollato al match, il Badalona vede sbagliare su uno degli ultimi possessi un tiro libero a Kirksay, con Bamforth poi abile a scrivere il +3, ma una tripla incredibile di Shurna regala il pareggio agli ospiti. La partita però non è finita: sul ribaltamento di fronte con 8 secondi da giocare, la tripla del Siviglia non entra, ma Marcus Landry è lì per il tap-in schiacciato sulla sirena che fa esplodere il palazzetto.

MVP: Scott Bamforth = lo statunitense segna 24 punti in 27 minuti e nel finale fa il suo per regalare la vittoria al Siviglia.

Siviglia: Bamforth 24, Landry 15, Porzingis 10, Satoransky 10.
TL 15/15 T2 25/48 T3 6/26
Rimbalzi: 44 (Bamforth 8)
Assist: 13 (Bamforth e Satoransky 3)

Badalona: Savané 19, Kirksay 16, Shruna 14.
TL 22/26 T2 13/32 T3 11/23
Rimbalzi: 29 (Shruna 6)
Assist: 19 (Vives 6)

 

CAI Zaragoza – Laboral Kutxa 75-88

Vittoria esterna per la squadra di Sergio Scariolo sul campo del Zaragoza, la gara si incanala in direzione del Laboral già nel primo quarto, ma nel secondo periodo i padroni di casa tornano a farsi sotto e tornano negli spogliatoi alla pausa lunga sotto solo di due lunghezze. La sfida, oltre a Scariolo, avrebbe visto in campo anche Giuseppe Poeta tra gli italiani, ma il campano non ha potuto giocare per infortunio. In campo per il Zaragoza c’era invece l’ex Siena Viktor Sanikidze, autore di 16 punti che a nulla sono serviti. Gli ospiti prendono il largo nel terzo quarto e possono controllare il vantaggio nel quarto grazie a una ottima prestazione di Andrés Nocioni (17 punti e 9 rimbalzi).

MVP: Andrés Nocioni = l’ex giocatore NBA domina, chiude con un plus/minus di +17 e buone percentuali dal campo.

CAI Zaragoza: Jones 18, Sanikidze 16, Tabu 12.
TL 6/11 T2 24/56 T3 7/18
Rimbalzi: 35 (Jones 8)
Assist: 15 (Tabu 4)

Laboral Kutxa: Nocioni 17, San Emeterio 13, Pleiss 12.
TL 16/18 T2 24/42 T3 8/21
Rimbalzi: 40 (Nocioni 9)
Assist: 23 (Heurtel 7)

 

Herbalife Gran Canaria – Unicaja Malaga 67-65

Brutta sconfitta per Malaga sul campo del Gran Canaria al termine di un match molto tirato. Dopo un primo quarto dominato dagli ospiti (17-28), che trovano il canestro con Toolson e Urtasun, il Gran Canaria rientra in partita nel secondo periodo per il -5. Al rientro in campo il Malaga non c’è più e trova solo 9 punti nell’intero terzo quarto, i padroni di casa possono prendere il controllo del match che rimarrà combattuto fino alla sirena, con Ben Hansbrough che segnerà uno dei due canestri della sua partita proprio nel momento decisivo e regalerà ai suoi il record storico di vittorie in una singola stagione del Gran Canaria.

MVP: Walter Tavares = miglior marcatore tra i suoi con 11 punti, li accompagna con 5/6 dal campo e 6 rimbalzi.

Gran Canaria: Tavares 11, Bellas 10, Newley 10.
TL 8/9 T2 16/41 T3 9/29
Rimbalzi: 37 (Tavares 6)
Assist: 14 (Bellas 5)

Malaga: Toolson 14, Urtasun 12, Stimac 6.
TL 9/10 T2 19/44 T3 6/19
Rimbalzi: 43 (Suarez 7)
Assist: 11 (Calloway 5)

 

Iberostar Tenerife – Bilbao Basket 96-85

Ottima vittoria dell’ Iberostar sul Bilbao in una partita decisa da uno stratosferico secondo quarto. Gli ospiti rimangono in partita nel primo periodo, ma nel secondo il Tenerife prende il largo e torna negli spogliatoi sul +17 anche grazie a Daniel Kickert (13 punti). Nel secondo tempo il Bilbao prova a rientrare, ma i padroni di casa amministrano il vantaggio e festeggiano la vittoria nonostante dall’altra parte ci siano 22 punti di Alex Mumbrù.

MVP: Daniel Kickert = è a pari-merito il top scorer del Tenerife con 4/5 da due e 1/4 da tre, plus/minus di +26.

Iberostar Tenerife: Kickert 13, English 13, Bianco 12, Sikma 12.
TL 13/18 T2 22/39 T3 13/29
Rimbalzi: 42 (Sikma 9)
Assist: 22 (cinque giocatori con 3)

Bilbao: Mumbrù 22, Hervelle 16, Gabriel 11, Markota 10.
TL 11/14 T2 25/44 T3 8/24
Rimbalzi: 31 (Markota e Hervelle 7)

 

Sergio Llull
Sergio Llull, 18 punti per lui.

Real Madrid – Gipuzkoa Basket 81-72

Fatica un po’ più del previsto il Real nel recupero dopo le fatiche di Eurolega. I Blancos rimangono avanti, ma non riescono a staccarsi gli avversari fino al terzo quarto, gli ospiti trovano 17 punti da Neto e 16 da Winchester, tenendo aperto il match. Il Real lo chiude nel terzo periodo, mandando poi 5 giocatori in doppia cifra, con un massimo di 18 per Sergio Llull.

MVP: Sergio Llull = non sbaglia quasi mai, ne segna 18 con 6/8 da due e 1/3 da tre.

Real Madrid: Llull 18, Rodriguez 14, Carroll 14, Reyes 13, Darden 10.
TL 20/27 T2 20/36 T3 7/23
Rimbalzi: 35 (Bourousis 8)
Assist: 12 (Rodriguez 6)

Gipuzkoa: Neto 17, Winchester 16, Salgado 12.
TL 6/9 T2 18/34 T3 10/27
Rimbalzi: 32 (Doblas 8)
Assist: 13 (Salgado 8)

 

Juan Carlos Navarro alzerà l'ennesimo trofeo, stando a quanto dice Francesco Manelli.
Navarro si prende una giornata di pausa, solo 14 minuti per lui.

Estudiantes – FC Barcelona 51-77

Dominio assoluto del Barcellona al rientro in campionato dopo le Final Four di Milano. I blaugrana si spaventano dopo un quarto passato a subire (20-14), ma poi si scatena e annichilisce l’Estudiantes nei restanti tre quarti. Alex Abrines e Maciej Lampe sono i protagonisti della cavalcata dei catalani, mentre Navarro (10 punti) si concede una giornata quasi di riposo, giocando appena 14 minuti. Il Barça domina a rimbalzo e tira con il 52% di squadra, ottenendo alla fine una facile vittoria.

MVP: Alex Abrines = lo spagnolo segna 15 punti con 3/4 da due e 3/6 da tre.

Estudiantes: Kuric 12, Slokar 10, Van Lacke 8.
TL 5/8 T2 17/46 T3 4/11
Rimbalzi: 30 (Slokar 6)
Assist: 12 (Colom e Van Lacke 3)

Barcelona: Abrines 15, Lampe 13, Navarro 10.
TL 8/10 T2 24/46 T3 7/22
Rimbalzi: 42 (Huertas 6)
Assist: 18 (Navarro e Papanikolaou 4)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.