Liga Endesa, ventiduesima giornata: Grande ritorno per le protagoniste della Copa del Rey, ma che Aradori!

Estero Home Spagna

Dopo la pausa per la Copa del Rey giocatasi lo scorso week-end, si torna a giocare il campionato di basket in Spagna, con delle partite molto interessanti. In seguito ai risultati della giornata, la classifica è rimasta tuttavia invariata.

Continua la marcia in solitaria dell'Unicaja, sempre più in testa alla classifica di Liga.
Continua la marcia in solitaria dell’Unicaja, sempre più in testa alla classifica di Liga.

Dopo la cocente eliminazione in semifinale di Copa del Rey subita dal redivivo Barcellona, torna a vincere l’Unicaja Malaga, che per l’occasione si disfa senza troppi problemi di un Herbalife Gran Canaria che si accende solo ad intermittenza. I pio-pio sono protagonisti di un buon inizio, complice il dominio nel pitturato di Tavares nei minuti iniziali, ma si perdono nel corso della gara sotto una squadra più organizzata, che vanta ben otto vittorie in più in campionato non a caso. Sono Toolson e Kuzminskas a seppellire Gran Canaria; con il 77-68 finale l’Unicaja resta leader solitario della classifica.

"El Chacho" Rodriguez, dominatore del match.
“El Chacho” Rodriguez, dominatore del match.

Fresco di vittoria della seconda Copa del Rey consecutiva, il Real dà il benvenuto al trofeo – portato Barclaycard Center per la prima volta dopo la fortunata trasferta di Gran Canaria – con una vittoria importante sull’Iberostar Tenerife. La seconda squadra delle isole canarie non è mai un avversario comodo da affrontare e lo dimostra ancora una volta la temibile coppia Richotti-Sikma, che mette a referto un totale impressionante di 43 punti. Los Blancos, tuttavia, possono godersi la stupenda serata del Chacho Sergio Rodriguez, che con i suoi 17 punti e 5 assist contribuisce in maniera decisiva per conquistare il 94-85 finale.
Anche l’altra finalista di coppa – il Barcellona – ricomincia il campionato nel migliore dei modi, con una convincente prestazione contro il modesto Gipuzkoa Basket. Le nuove leve guidano i blaugrana ad una vittoria non proprio scontata, con le due stelline Abrines e Satoransky a brillare più dei compagni. Il risultato di 71-58 in favore dei padroni di casa non rispecchia appieno i valori espressi in campo, con i baschi che si sono arresi definitivamente solo nel terzo periodo. Decisivo il parziale di 27-11 in quel quarto, che ha di fatto siglato la fine del match.

Un fermo immagine dell'enorme rissa scoppiata nei secondi finali del derby basco.
Un fermo immagine dell’enorme rissa scoppiata nei secondi finali del derby basco.

Brutto spettacolo, invece, andato di scena alla Bilbao Arena durante il derby basco tra Los Hombres de Negro e il Caja Laboral. Verso la fine dell’incontro, un contatto tra Dejan Todorovic e Tornike Shengelia sfocia in una vera e propria rissa da bar, in cui vengono coinvolte le panchine di entrambi i team, con i due capitani San Emeterio e Mumbrù a cercare di mediare tra le due parti. Sforzi inutili, poichè è necessario aspettare qualche minuto prima che gli animi bollenti vengano raffreddati. La partita era ormai chiusa, ma il provvedimento deiscipilinare non è mancato: espulsione per Shengelia e entrambe le panchine, che si spostano negli spogliatoi accompagnate dai fischi del pubblico di casa. Spettacolo brutto ed evitabile; un vero peccato, anche perché la partita era stata esaltante grazie alle schiacciate fenomenali di Todorovic da una parte e James dall’altra. La percentuale irreale da due di Bilbao (71%) vale la vittoria per gli uomini di Sito Alonso (93-75), che rimangono così saldi al quarto posto in classifica. Ecco il video dell’accaduto:

Sitapha Savané, il miglior stoppatore della lega,
Sitapha Savané, il miglior stoppatore della lega,

Vittoria esterna per il FIATC Joventut, che batte a domicilio il Rio Natura Monbus. I galiziani, al solito, tentano di vincere la partita con il tiro da tre, ma la squadra di Badalona è abile nel recuperare lo svantaggio iniziale e a chiudere la partita in volata grazie alla difesa decisiva di Sitapha Savané, non a caso miglior stoppatore della lega. Lui e Mallet guidano Los Verdinegros ad una vittoria fondamentale per non perdere il treno delle prime della classe. A fine gara il tabellone recita 67-71 per lo Joventut.
Stesso discorso per il Valencia Basket, che si rende protagonista di una partita fotocopia di quella giocata dallo Joventut. La squadra naranja porta a casa una vittoria in rimonta contro il Movistar Estudiantes del nostro Pietro Aradori, che brilla con 20 punti, 4 rimbalzi e 3 assist. La fantastica prestazione del nazionale azzurro non basta a evitare la beffa, che arriva nell’ultimo quarto, quando Valencia riesce a rimbaltare il punteggio e vincere 76-81.

Andy Panko ce la sta mettendo tutta, ma il suo Fuenla non riesce proprio più a vincere.
Andy Panko ce la sta mettendo tutta, ma il suo Fuenla non riesce proprio più a vincere.

Tutto facile, per contro, per il CAI Saragozza, che senza difficoltà liquida la pratica Fuenlabrada in tre quarti, potendosi permettere un quarto periodo di garbage-time. Gli aragonesi vengono guidati da Stevan Jelovac e un positivo Joan Sastre, mentre agli avversari non bastano i soliti noti Burtt e Panko, ancora una volta capaci di segnare più della metà dei punti di squadra. Il risultato finale vede il CAI vincente per 86-69.

In fondo alla classifica, prima sconfitta della gestione Casimiro per il Baloncesto Siviglia, che cade davanti al pubblico amico sotto i colpi di uno spietato UCAM Murcia (83-96). Gli ospiti mandano ben sei giocatori in doppia cifra e in questo modo i 23 punti di Hernangomez diventano irrilevanti.
Sconfitta non trascendentale per il fanalino di coda del campionato, poichè anche l’avversario diretto, La Bruixa d’Or di Peppe Poeta perde in casa del Morabanc Andorra. 80-64 il punteggio finale; per il nostro Peppe 6 punti e un assist in soli otto minuti di utilizzo.

Ecco i tabellini di tutti gli incontri, mentre con questo link potete dare un’occhiata alla classifica aggiornata.

Unicaja Malaga – Herbalife Gran Canaria 77-68
Unicaja: Kuzminskas 19, Toolson 18, Vazquez 10.
Gran Canaria: Salin 12, Newley 10, Bellas e O’Leary 9.

Real Madrid – Iberostar Tenerife 94-85
Real Madrid: Fernandez 19, Rodriguez 17, Reyes 15.
Iberostar: Sikma 22, Richotti 21, San Miguel e Lampropoulos 13.

FC Barcellona – Gipuzkoa Basket 71-58
Barcellona: Abrines 16, Satoransky 12, Oleson e Jackson 7.
Gipuzkoa: Dean 14, Doblas 13, Diez e Jordan 7.

Bilbao Basket – Caja Laboral 93-75
Bilbao: M. Todorovic e Mumbrù 14, Bertans e Colom 13, Hervelle 12.
Caja Laboral: Bertans 12, Shengelia 9, Begic e James 8.

Rio Natura Monbus – FIATC Joventut 67-71
Rio Natura: Corbacho 12, Waczynski 11, Luz 10.
Joventut: Mallet 16, Savané 10, Kirskay 9.

Movistar Estudiantes – Valencia Basket 76-81
Estudiantes: Aradori 20, Simpson 18, Fernandez e Bircevic 7.
Valencia: Loncar 18, Dubljevic 15, Aguilar 14.

CAI Saragozza – Montakit Fuenlabrada 86-69
Saragozza: Jelovac 17, Sastre 15, Lisch 14.
Fuenlabrada: Burtt 25, Panko 21, Clark 6.

Baloncesto Siviglia – UCAM Murcia 83-96
Siviglia: Hernangomez 23, Radicevic 14, Penney 12.
Murcia: Radovic 18, Wood 17, Bamforth 14.

Morabanc Andorra – La Bruixa d’Or 80-64
Andorra: Stojanovski 24, Green 17, Navarro 11.
La Bruixa d’Or: Sakic e Hernandez 12, Dewar 11, Fotu 10.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.